Il Consiglio comunale approva il bilancio comunale e il DUP

Con 15 voti favorevoli il Consiglio comunale approva il bilancio di previsione 2020 – 2021 – 2022 e il D.U.P. comunale.

Hanno votato favorevolmente 4 consiglieri del gruppo “Si Cambia”: Sparacino, Provino, Domino, Insinga, 3 di “Avanti tutta”: Cannizzaro, Chiello, Ruggeri, 3 di “Radici Future”: Sciortino, Tripoli, D’Agati, 2 del nuovo gruppo “Moderazione” Rizzo e Parisi, 2 di “Uniamo” Di Leonardo e Scardina, e 1 Indipendente Sciortino e 3 invece i consiglieri comunali che si sono astenuti: Gurrado, La Corte e Zizzo, 4 i contrari Bellante, Chiello, Amoroso e Di Stefano e 2 gli assenti Di Piazza e Prestigiacomo.

“In un anno particolarmente difficile per tante famiglie e diverse attività economiche, essere riusciti ad approvare lo strumento economico finanziario principale è per noi un fatto importante – dichiarano il sindaco di Bagheria Filippo Maria Tripoli e l’assessore al Bilancio Daniele Vella – con l’approvazione di questo bilancio siamo riusciti a non gravare ulteriormente la pressione fiscale verso i nostri cittadini, abbiamo adottato le stesse tariffe Tari del 2019, prevedendo degli sgravi per il quartiere a monte dell’autostrada dove è venuto meno il servizio di raccolta rifiuti porta a porta e per le attività commerciali che hanno chiuso durante il lockdown”.

Gli amministratori sottolineano anche che è stata sospesa la Tosap, esenzione poi prolungata dalle misure nazionali, e non è stata aumentata l’Imu.

L’amministrazione comunale ha finanziato anche i servizi relativi alla manutenzione del verde, la manutenzione stradale, i servizi relativi all’idrico, ai rifiuti, il cimitero, il randagismo.

Previste le spese per il personale e la sua formazione, per i servizi culturali e della legalità, per il turismo, lo spettacolo e diversi altri.

Ti consigliamo di visionare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.