Si accorciano finalmente i tempi per il canile municipale di Bagheria.

Dopo le vicende delle scorse settimane risolte grazie all’intervento del Segretario Generale del Comune, novità si prospettano all’orizzonte.

L’assegnazione del progetto del ricovero comunale per cani e gatti aveva fatto gridare alla scandalo, per la scelta di affidare l’incarico a due professioniste che non avevano mai collaborato con il comune selezionate tramite accesso al MEPA, ma legate da parentele con dipendenti comunali e politici di peso. A peggiorare la situazione l’intervento di una lettera anonima che esacerbava gli animi, attirava l’attenzione della dottoressa Daniela Amato, appunto il Segretario Generale, e anche della Cgil di categoria e di tre consiglieri comunali: Anna Zizzo, Giusy Chiello, e Vincenzo Bellante.

Dopo una seconda ricognizione, la dottoressa Amato emanava un atto che intimava al dirigente di revocare l’assegnazione, atto che però non diventò mai esecutivo per la tempestiva rinuncia dell’assegnataria.

La  procedura di accesso al MEPA era stata giustamente ritirata avendo il comune in organico tutte le maestranze competenti necessarie.

Sarebbe proprio di queste ore la notizia che è stato emanato un atto di interpello per l’amministrazione comunale al fine di individuare i soggetti interni  a cui affidare l’incarico di progettazione. Solo qualora fosse stato disatteso in prima istanza si sarebbe potuto ricorrere all’esternalizzazione, e non in modo così automatico come avvenne nel caso della prima assegnazione contestata. Ovviamente ci aspettiamo che i tecnici del comune rispondano in tanti e in breve tempo, perché se andasse disatteso adesso,  le congetture che ne seguirebbero sarebbero tutte giustificate.
Vale infatti sempre la natura di urgenza nella realizzazione di questa struttura che sgraverebbe le casse comunali della ingente spesa del mantenimento dei nostri trovatelli nel Canile di Sambuca, ma anche consentirebbe una programmazione specifica al Corpo di Polizia Municipale, che riuscirebbe a modulare interventi e impegno relativi a questo ramo di competenza. Li immaginiamo dunque in fibrillante attesa.

TUTTA LA VICENDA:

Potete approfondire con i seguenti suggerimenti:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.