Raccolta fondi per tre progetti sociali

Iniziativa di Life 24 Magazine

In piena emergenza, causata dalla pandemia da Covid-19, non si arresta per fortuna la solidarietà, verso chi, specialmente in questo brutto periodo, ne ha maggiormente bisogno.

Life 24 Magazine, programma di informazione televisivo, ha organizzato ben tre raccolte di fondi, per altrettanti progetti sociali, attraverso Facebook. Il primo progetto sociale è rivolto a sostenere l’AISF ONLUS (Associazione Italiana Sindrome Fibromialgica), associazione formata da medici e volontari, per contrastare la fibromialgia, una grave malattia che colpisce l’apparato muscolo-scheletrico e che, nonostante in Italia sia diffusa tra circa 2 milioni di persone, non è stata ancora riconosciuta, ufficialmente, come patologia.

Le conseguenze del mancato riconoscimento della sindrome fibromialgica come patologia, sono purtroppo molto gravi, poiché non essendo stata ancora inserita nella nomenclatura ufficiale delle malattie, non rientra di conseguenza nei L.E.A. (Livelli Essenziali di Assistenza, definiti dal Ministero della Salute) e non ha nessun codice di esenzione ticket. Si tratta quindi di un problema a cui deve far fronte il sistema sanitario italiano, oltre ad una maggiore presa di coscienza, non solo a livello istituzionale, ma anche da parte del personale sanitario, affinché la Sindrome Fibromialgica venga riconosciuta, con un’opportuna e mirata attività di formazione.

Grazie ad un decreto assessoriale della Regione Sicilia, emanato alla fine di gennaio 2020, si è sancito l’approvazione delle Indicazioni per la diagnosi e trattamento della Sindrome Fibromialgica; un importante passo avanti, verso il contrasto della sindrome fibromialgica, ma che tuttavia non è ancora sufficiente, poiché c’è ancora molto lavoro da fare per ottenere, finalmente, il riconoscimento della patologia da parte del Sistema Sanitario Italiano.

Un altro progetto sociale, dal titolo: Carello Sospeso, si rivolge al sostentamento economico delle fasce più bisognose, per l’acquisto di beni di prima necessità, compresi prodotti per neonati (cibi, pannolini ecc.).

L’ultimo progetto, ma non certo per importanza riguarda il sostegno di attività di volontariato per gli animali abbandonati o in attesa di cure o di affido, in modo da non lasciare da soli i nostri amici a quattro zampe, in in momento difficile come questo. A tale proposito è doveroso ricordare che gli animali da affezione come cani e gatti, non trasmettono affatto il Coronavirus, come è stato comunicato da moltissime fake news, circolanti in rete. La somma raccolta per tale progetto sarà devoluta all’attività di volontariato di Stefania Sciortino.

Il metodo di raccolta fondi, avviene mediante delle donazioni libere, servendosi di un’apposita pagina Facebook, creata da Life 24 magazine.

Life 24 Magazine è un Format Web, ideato e condotto da Stefania Riccobono, responsabile della comunicazione.

Inizialmente dedicato alle news e al gossip, Life 24 Magazine si è sviluppato poi con un’ampia vetrina dedicata ai servizi, che hanno come protagonisti e tematiche, il pubblico e le loro attività, le loro passioni ed i loro talenti.

Si tratta quindi di uno spazio dedicato agli eventi di moda, agli stilisti emergenti, a discipline sportive, eventi culturali, alla cucina e i suoi segreti e tanto altro ancora. Il format televisivo, si occupa, in ultima analisi, di raccontare la realtà delle bellezze e delle attività presenti nel territorio siciliano.

Nicola Scardina

Articoli correlati

Voucher sportivo per le famiglie a basso isee. Al via le domande per i ragazzi bagheresi

Al via le domande per l’assegnazione dei voucher destinati dall’assessorato regionale dello Sport ai minori di età compresa tra i 6 e i 16 anni che svolgono…

Si dedica una piazza al Maresciallo Filippo Salvi

Una piazzetta appena “riscoperta” in via Mattarella con una lunga fontana e giochi d’acqua sarà intitolata al maresciallo capo dei Carabinieri, Filippo Salvi, deceduto per un incidente…

Cosa sono e a cosa servono i mini PC

I mini PC sono dei veri e propri computer assemblati all’interno di piccoli case, i quali hanno il vantaggio di presentare ingombri minimi e di essere facilmente…

3° circolo Bagheria: consegna raccolta fondi Unicef

La preside Turiano: “Aiutare il prossimo con le proprie risorse è tutto ciò che ci rimane”

L’ultimo “guappo” del rione Vergini-Sanità.

Ancora un racconto del Professore Antonino Russo di una disarmante attualità. La figura quasi romantica del malavitoso dei quartieri partenopei, contrapposta a figure che di romantico non hanno più nulla se non il soprannome dato loro immeritatamente :”la primula rossa”.

La “puntaguglia”.

Ancora una volta i ricordi del Professore Antonino Russo, ci restituiscono una Bagheria quasi “arcadica” . Novello Teocrito, recuperiamo con lui immagini che immediatamente diventano parte di una memoria comune. Se dovessimo scegliere cosa ricordare della città odierna tra 50 anni, forse sceglieremmo di dimenticare e basta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.