L’amministrazione comunale grazie alle transazioni risparmia oltre 3.785.500 di euro e ridà ossigeno alle asfittiche casse comunali

[ Il pungolo di Bagheria ] Le transazioni sono state portate avanti dall’assessore Brigida Alaimo che di professione fa l’avvocato, di concerto con l’avvocato esterno Claudio Trovato e dei funzionari comunali, Pasquale Quagliana e Francesca Lo Bue.

Le transazioni riguardano accertamenti di debiti già verificati e certificati da parte dell’Osl, la Commissione straordinaria di liquidazione che ha estinto parte dei contenziosi.

Tra le transazioni portati a conclusione dall’assessore, il debito con l’Amia di 14 milioni e 700.000 oltre agli interessi che ha chiuso a 2 milioni di euro e poi quello con la ditta Aiello per una serie di espropri per i quali sono state emesse le sentenze definitive ed esecutive di vicende che risalgono ad una ventina d’anni orsono.

“Il totale che avremmo dovuto alla ditta Aiello ammontava a 3 milioni 788.000 – afferma l’assessore Brigida Alaimo – ed abbiamo corrisposto 2.500.000 euro più le spese di registrazione della sentenza, chiusa pertanto, al 65 per cento del totale.

Inoltre, una parte del debito con il Coinres per fatture non pagate di 1.842.632 euro si chiuderà in settimana, dato che l’Osl ha riconosciuto debito a seguito di una ordinanza del Tribunale per l’assegnazione del terzo pignorato e segue il percorso giudiziario e non stragiudiziale”.

La delibera è stata approvata in sede di Giunta Municipale, e nei prossimi giorni sarà sottoscritta la transazione”. Fino ad ora il dissesto con questo “modus operandi” bussava ancora una volta alla porta dopo che il comune ne è uscito di recente.

Speriamo che questo percorso se pur tardivo – dice ancora Alaimo – possa scongiurare un nuovo disastro economico”.

Ti consigliamo di visionare:

1 pensiero riguardo “L’amministrazione comunale grazie alle transazioni risparmia oltre 3.785.500 di euro e ridà ossigeno alle asfittiche casse comunali

  • 14 Gennaio 2021 in 6:00
    Permalink

    Perchè il comune di bagheria non autorizza l’AMB ad effettuare la transazione con i dipendenti a cui fanno fare mansioni superiori rispetto agli inquadramenti con cui sono stati assunti e per il risarcimento dei danni dovuti per l’utilizzo improprio dei contratti di lavoro a tempo determinato andati oltre i termini consentiti? Già che c’è, perchè l’amministrazione comunale non autorizza l’AMB ad effettuare la transazione con 8 lavoratori che sono rimasti fuori dal concorso per operatore ecologico nonostante avevano il diritto di precedenza alle assunzioni? Il comune non pensa che di riflesso, in caso di soccombenza dell’AMB in ambito giudiziario per le vertenze già instradate dai lavoratori, non debba risponderne?

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.