Bagheria VS verde pubblico: la lotta continua.

La natura ed il verde pubblico non vogliono proprio arrendersi allo strapotere delle ruspe, tentano una inutile strenua difesa. Gli ecoalleati pur avendo teso la mano restano inascoltati. Qualcuno combatte ancora contro i “mulini ecomostro a vento” falsandone, peraltro, la narrazione degli ultimi eventi.

Solo Attila avrebbe potuto lasciare l’albero all’angolo tra via D’Amico e via Alcide De Gasperi, capitozzato in quel modo. Ma è figlio anche dell’indifferenza della città. Quando, domenica scorsa sono andati giù gli alberi davanti il Liceo Classico Francesco Scaduto in via Dante. Troppo poche sono state le voci.

E continuiamo senza risposta a ripetere le stesse domande: la perizia su questi due alberi? I verbali di smaltimento degli sfridi a cominciare dai pini di Viale Bagnera? Abbiamo testimonianza di asportazione di ceppi da parte di privati, sono stati autorizzati e a che titolo? La magistratura sta verificando gli illeciti denunciati da queste pagine?

Altra diatriba nasce anche in corso Umberto dove un arbusto pare di pertinenza di palazzo Alfano sta danneggiando il basolato creando disagio ai passanti che già devono fare i conti con le caditoie trappola (n.d.r.). Secondo il Sindaco Filippo Maria Tripoli, dovrebbe essere la proprietà ad occuparsene. Ci chiediamo: se l’albero fosse stato potato nei giorni scorsi insieme agli altri pubblici, l’amministrazione che tipo di illecito avrebbe commesso?
Bagheria non è un Comune per tutti.

Ignazio Soresi



Leggi sul “Settimanale di Bagheria”

Il Settimanale di Bagheria

Il Settimanale di Bagheria è una testata giornalistica iscritta al Reg. Tribunale di Palermo n.9 del 5/03/2007
Iscritto al Registro degli Operatori di Comunicazione n.15167/07

Per contattare la redazione puoi inviare un mail a redazione(at)bagheriainfo.it o un messaggio whatsapp al 393.5154113

Per la tua pubblicità invia un mail a commerciale(at) bagheriainfo.it




Potete approfondire con i seguenti suggerimenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.