Sarà affidata alla Società Forestale Siciliana s.r.l. la manutenzione del verde pubblico a Bagheria.

Individuata tramite Mepa, l’azienda palermitana si aggiudica i lavori in virtù del maggiore ribasso pari a quasi il 19% dell’importo a base d’asta. Ennesimo fallimento?

Si potrebbe sancire definitivamente così il fallimento di uno dei servizi che il comune dovrebbe erogare in automatico, e rende la posizione dell’Assessore al verde pubblico, Massimo Cirano, ancora più ridimensionata.

Il colpo di grazia, riteniamo sia stata la gestione della manutenzione del verde pubblico nelle scuole non ancora ultimata in tutti i plessi, e lo schianto di un albero nei pressi dello stadio comunale di Bagheria.

Quest’ultimo evento, pone l’accento sulla mancata mappatura dello stato di salute degli arbusti sul territorio, soprattutto proprio quelli all’interno degli istituti scolastici, su cui non si è ancora fatta manutenzione, e che ne ritarda la messa in sicurezza a discapito dei nostri figli.

Ma basta fare un giro per la città ovunque ci sia un’aiuola o un’area di verde pubblico, per rendersi conto che parchi e giostrine non sono sufficienti a restituire una immagine green della città.

Con tre pini lasciati ad agonizzare in via Dante in attesa che si danneggino per poterli abbattere senza temere levate di scudi, con il ritardo nell’intervento di rimozione del pino schiantatosi, magari temendo che qualcuno chieda o si chieda ancora che fine hanno fatto i resti dei pini di viale Bagnera, attendiamo si pronunci anche la maggiore associazione ecologista locale, che tace inesorabilmente.
Mentre la riqualificazione del verde in Contrada Monaco, si risolve nella pulizia di uno spazio che le malelingue vogliono destinato a parcheggio per i parrocchiani, con i lavori fermi da dieci giorni (???), è stata liquidata la fattura all’azienda che si sarebbe occupata dei lavori di viale Bagnera.

I lavori sarebbero stati effettuati con parte del famoso mutuo di un milione di euro acceso presso la Cassa depositi e prestiti, per i lavori di manutenzione di alcune strade.

Il che porrebbe la parola fine sulla liceità di tutta l’operazione, mancando persino le variazione necessarie sui piani di intervento, oltre che le autorizzazione della sovrintendenza come già evidenziato.

Bagheria non è un Comune per tutti

Ignazio Soresi

Leggi sul “Settimanale di Bagheria”

Il Settimanale di Bagheria

Il Settimanale di Bagheria è una testata giornalistica iscritta al Reg. Tribunale di Palermo n.9 del 5/03/2007
Iscritto al Registro degli Operatori di Comunicazione n.15167/07

Per contattare la redazione puoi inviare un mail a redazione(at)bagheriainfo.it o un messaggio whatsapp al 393.5154113

Per la tua pubblicità invia un mail a commerciale(at) bagheriainfo.it


  • Sciopero generale martedì 13 dicembre.
    Corteo a Palermo di Cigil e Uil da piazza Croci a piazza Verdi per manifestare contro la manovra del nuovo governo Meloni.
  • Bagheria: disagi nelle classi. Interviene il gruppo consiliare “Avanti tutta”
    Dopo la drammatica vicenda della mancanza di spazi adibiti al regolare svolgimento delle lezioni, si è registrato un altro problema ben più allarmante che si riversa direttamente sugli alunni che passano le mattine all’interno delle aule: l’assenza di riscaldamenti.
  • Il bagherese Nino Buttitta arriva ad Assisi
    Due mesi e 1300 Km insieme al suo cavallo Gandalf che trainava un carretto siciliano. La storia di un viaggio per devozione verso Assisi dopo il lungo periodo del Covid e della difficoltà di portare aventi la sua attività di ristoratore. Nino, bagherese doc, ha 44 anni e nel viaggio verso Assisi “è partito giovane
  • L’Apd Bagheria 90011mantiene la vetta in classifica
    Pur non giocando la migliore partita della stagione, il Bagheria mantiene la vetta della classifica ed allunga nei confronti delle inseguitrici che oggi non sono andate oltre il pari (Terrasini e Margheritese) e clamorose sconfitte come il Prizzi sommerso di reti dai Delfini. Una gara giocato su un campo reso pesante dalle recenti precipitazioni e
  • Calcio: Il Ficarazzi in testa nel campionato di terza categoria
    Dai Mondiali alla 3^ Categoria, beh ci vuole “panza” e passione e quella non manca, ci si alza da tavola col boccone in bocca e via per il mitico campo della Roccella, tanto famoso che il nostro Umberto Bruno, valente e guerriero giocatore degli anni che furono, per seguire il figlio Alessandro che gioca tra
  • Borsa scambio del giocattolo e del modellismo al San Paolo Palace di Palermo.
    Si è tenuta ieri, domenica 4 dicembre, presso i locali del prestigioso hotel palermitano la trentesima edizione dell’evento che richiama migliaia di appassionati, molti anche bagheresi.


Potete approfondire con i seguenti suggerimenti:




Potete approfondire con i seguenti suggerimenti:


2 pensieri riguardo “Sarà affidata alla Società Forestale Siciliana s.r.l. la manutenzione del verde pubblico a Bagheria.

  • 5 Ottobre 2022 in 16:41
    Permalink

    Che Bagheria non è un comune per tutti è cosa scontata. È però si ha l’impressione che questa testata è aprioristicamente contro ogni qualsiasi azione che l’amministrazione comunale intraprendere senza neppure tentare di verificare se l’iniziativa è o possa andare a buon fine. E in questo specifico caso si dimentica che l’abbandono del verde pubblico è un fenomeno che a Bagheria è un fatto atavico mai affrontato e mai risolto. A scanso di equivoci questa non è una difesa d’ufficio dell’amministrazione cui passiamo addebitare: circolazione caotica e senza nessun controllo; al di là della differenziata, un città sostanzialmente sporca; al di là dell’acquisto della ex Magnolia , mancanza di una politica sanitaria atta a dotare la città di seria struttura ospedaliera; politica turistica ferma alle parole.

    Rispondi
    • 5 Ottobre 2022 in 21:13
      Permalink

      Gentilissimo lettore, la ringraziamo per il cortese intervento. Lei ha elencato come negative le stesse identiche cose che abbiamo evidenziato nei nostri articoli come negative. Siamo sostanzialmente d’accordo su tutto.
      La vicenda del verde pubblico per quanto atavica, nello specifico evidenzierebbe una serie di illeciti da verificare, che non sono legate all’annosità del problema, ma alla gestione attuale che ne sarebbe responsabile.
      Grazie.

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.