Fare bene la raccolta differenziata conviene a tutti

La voce “indifferenziata” o, meglio definirla, secco non ulteriormente differenziabile” pesa troppo nel bilancio sia economico, sia ambientale. Infatti, l’indifferenziato si accumula negli autocompattatori dalla raccolta dei cumuli di abbandoni stradali, dalle
attività commerciali e dalla raccolta quindicinale del servizio.

Quindi, siamo di fronte a due situazioni critiche. La prima derivante dalla inciviltà di alcuni che continuano gli abbandoni; da chi, invece, non fa bene la raccolta differenziata per negligenza o mancata conoscenza delle tipologie differenziabili e che decide di mettere tutto nell’indifferenziato.

Complessivamente parliamo di circa 600 tonnellate mese che incidono nelle casse dell’AMB per circa 1,5 milioni di euro l’anno.
Necessario e urgente diventa ridurre al minimo quello che portiamo in discarica e aumentare di conseguenza quello differenziato. Se la differenziata fosse fatta bene il “secco non riciclabile” si attesterebbe in una piccola percentuale della nostra spazzatura. Togliendo tutto quello che possiamo mandare al recupero, il restante rappresenta un piccolo quantitativo facilmente gestibile, anche economicamente.

In aiuto di una buona differenziata e contro i cumuli, l’azienda AMB ed il Comune hanno predisposto diversi CENTRI DI RACCOLTA, ISOLE ECOLOGICHE, PUNTI DI RACCOLTA che permettono a tutti di portare i rifiuti differenziati e recuperarli. Gli abbandoni o l’eccessivo conferimento nella giornata del “secco non ulteriormente riciclabile” sono, dunque, una questione di cultura della differenziata. Certamente il peso di decenni di “munnizza” per strada e di montagne di rifiuti in ogni angolo della città ha, di fatto, incentivato la raccolta differenziata, ma i tempi sono cambiati e bisogna agire nella sola direzione del recupero del rifiuto.

Infatti, in Sicilia, con le discariche al collasso e piene, l’alternativa rimane portare i rifiuti all’estero. Eppure, per quei comuni
che hanno una raccolta differenziata annua superiore al 65% scattano tutta una serie di agevolazioni regionali che sono importanti. Di questo ne parleremo prossimamente. Ora vediamo cosa e come differenziare correttamente i rifiuti, partendo da cosa significa “indifferenziato”:

FRAZIONE NON ULTERIORMENTE DIFFERENZIABILE
Assorbenti, mozziconi di sigaretta, polveri di aspirapolvere, cocci di ceramiche e porcellana, carta plastificata ed oleata, CD e DVD, penne, cosmetici, tubetti di dentifricio, giocattoli, rasoi usa e getta, oggetti in legno verniciato, stracci sporchi. Sono ASSOLUTAMENTE da evitare i rifiuti pericolosi e altamente inquinanti come i barattoli delle vernici, batterie e simili

UMIDO
Avanzi di cibo crudi o cotti, scarti di frutta e verdura, cibi avariati, gusci d’uovo, frutta secca, fondi di caffè e filtri di té, fiori recisi e piccole piante, salviette di carta sporche, carta da cucina, avanzi di carne, pesce salumi e formaggi, ceneri di camino, escrementi
e lettiere di animali. Il rifiuto va conferito in sacchetti biodegradabili e compostabili come quelli forniti dai supermercati.

CARTA E CARTONE
Imballaggi di carta e cartone, cartone per bevande ed alimenti, scatole ed altri imballaggi in cartoncino, carta da disegno e fotocopie,
sacchetti di carta, giornali e riviste, quaderni e volantini. Non vanno conferiti nella carta i fazzolettini usati, gli scontrini (carta chimica) ed i cartoni della pizza se troppo sporchi (vanno messi nell’umido). Sarebbe meglio se la carta ed il cartone fosse conferito in sacchi
o contenitori di carta e non nei sacchetti di plastica

PLASTICA
Bottiglie, piatti e bicchieri monouso, vaschette per alimenti, blister, contenitori per yogurt, buste e sacchetti per: pasta, patatine,
caramelle, verdure e surgelati, flaconi per detersivi, saponi e cosmetici. Utile per una buona raccolta sarebbe lavare i contenitori in plastica per evitare cattivi odori e residui di alimenti o altro.

VETRO E METALLO
Bottiglie in vetro, vasetti, barattoli, vasetti e barattoli per alimenti in metallo, lattine per bibite. Non vanno conferiti oggetti in cristallo, specchi, lampadine, vetro pirex. Anche in questo caso, i contenitori e le bottiglie in vetro vannopuliti per lo stesso motivo della plastica.

PANNOLINI e PANNOLONI, FALDONI PER ANIMALI DOMESTICI possono essere conferiti giornalmente (tranne sabato e domenica)

I contenitori in TETRA PACK, per capirci, quelli del latte, del vino, dei succhi e di tanti altri alimenti possono essere conferiti
nella raccolta della carta. Le aziende del recupero sono in grado, negli ultimi anni, di separare il cartone, il film di plastica e di alluminio presenti nella confezione di TETRA PACK.

Fare la raccolta differenziata non è INUTILE. Perchè tutti i rifiuti raccolti da AMB vanno sempre conferiti presso le piattaforme
autorizzate e destinate a diventare materia prima per le aziende italiane. L’AMB stipula convenzioni con i CONSORZI di filiera che
controllano sempre la qualità del rifiuto conferito. La prossima settimana parleremo delle agevolazioni per i comuni siciliani
che durante l’anno hanno raggiunto il 65% di differenziata.

Emanuele Tribuna

Potete approfondire con i seguenti suggerimenti:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.