L’Italia commissariata dall’Europa. Le pillole di Leonardo Eucaliptus

In questi ultimi giorni il nostro Presidente Mattarella nomina Mario Draghi, persona capacissima e perfetta per le banche e per i banchieri, Presidente del Consiglio e godendo tanta ammirazione dai poteri forti nel giro di 15 giorni è riuscito a sottomette tutta la politica italiana, pesantemente frantumata dal killeraggio di Matteo Renzi.

Ora si presta a creare un governo di suo gradimento mettendo assieme tutto l’apparato politico, (sinistracentro- destra), evento che nella mia memoria mi ricorda qualcosa, il famoso patto storico proposto da Moro che gli costò la poltrona
ed oggi sono costretto a pensar male e mi chiedo: “cosa c’è dietro Draghi?” che riesce ad avere l’incarico immediato da parte del nostro Presidente della Repubblica ed il consenso di quasi l’intera politica italiana (manca soltanto la Meloni), il plebiscito della stampa e delle testate televisive, l’elogio della nuova classe politica americana, l’approvazione di Christine Lagarde, attuale presidente della BCE e i compiacimenti della Francia e della Germania?. Ora mi chiedo questa impostazione
commissariale cosa potrà proporre di buono ad un popolo oggi sottoposto ad un pesantissimo regime sanitario e che da oltre un anno viene privato della libertà con decreti ministeriali non attuabili dalla nostra Costituzione ma fatti passare dalle camere per renderli validi?

Al peggio non ce mai fine Ora vi pongo alcuni quesiti:
– Avete mai visto: un ricco, dare a un povero,
una banca, fare un mutuo, a un nulla tenente,
un usurario, prestare soldi, a chi non ha niente,
e c’è qualcuno che spera che un banchiere possa avere pieta di un intero popolo indebitato, fino al collo?
Mamma mia che che brutto futuro ci aspetta!

il vostro Leonardo Eucaliptus

Ti consigliamo di visionare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.