Il GELO SIBERIANO bussa alle porte della SICILIA: possibile NEVE in pianura!

Nel fine settimana un promontorio di alta pressione si ergerà verso la penisola iberica favorendo la discesa di masse d’aria gelide di estrazione artico-continentale che interesserà la nostra regione apportando, grazie ai freddi venti di grecale e tramontana, un abbassamento delle temperature particolarmente sensibile tra domenica 14 e lunedì 15 con la colonnina di mercurio che in alcune zone facilmente potrà scendere al di sotto degli 0°C.

Andiamo ad analizzare lo scenario previsto nei prossimi giorni a partire dalla giornata di domani venerdì 12 quando la presenza di una perturbazione atlantica favorirà condizioni di maltempo con piogge che interesseranno messinese ionico e catanese, in estensione al resto della regione nella giornata di sabato.

Sempre nella giornata di sabato il minimo di bassa pressione, andandosi a posizionare sul mar Ionio, favorirà l’ingresso di correnti nord-orientali con conseguente crollo delle temperature.

Tra domenica e lunedì ecco che l’irruzione di aria artico-continentale citata in precedenza andrà ad interessare la nostra regione con termiche a quota 850 hPa prossime ai -8/-9 °C.

Nonostante si tratti di una massa d’aria particolarmente secca saranno possibili precipitazioni nevose a quote molto basse su Sicilia settentrionale e nord-orientale, con possibili nevicate anche sulle coste.

Potrebbero essere fenomeni per lo più da STAU,  attraverso il quale quelle poche particelle di vapore acqueo presenti, risalendo lungo i rilievi, condensano dando vita a nubi e di conseguenza a precipitazioni, comunque non intense.
Nelle aree della Sicilia meridionale non sono al momento previste precipitazioni ma farà comunque molto freddo. Vista la particolare dinamica di questo tipo di configurazioni non è al momento possibile stabilire con certezza la distribuzione dei fenomeni, per cui non possiamo fare altro che attendere gli aggiornamenti dei modelli dei prossimi giorni.

In seguito questa massa d’aria molto fredda tenderà a spostarsi verso est ma lo stazionamento del promontorio di alta pressione sulla penisola iberica potrebbe anche favorire ulteriori irruzioni verso l’Europa centrale ma avremo modo nel corso dei prossimi giorni di poter verificare questa eventuale ipotesi.

Articolo di: Francesco Gulisano

Centro Meteorologico siciliano

Ti consigliamo di visionare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.