Anche l’Avis cittadina protagonista dell’infiorata. L’opera preziosa dei volontari ai quali si sono aggiunti i giovani del liceo Scaduto

L’Avis cittadina anche quest’anno ha preso parte all’Infiorata del Corpus Domini.
Il quadro, raffigurante l’immagine stilizzata di Gesù misericordioso con la scritta Sanguinis Christi Flumen misericordiae composta con ben 650 fiori di gerbera ed altro materiale, è stato progettato dall’architetto Silvana Bordonaro (tesoriere e segretario) e realizzato da Federico Cangemi (socio revisore), dall’artista Adele Carollo, con l’assistenza di Rossella Riccobono, Vincenzo Puleo, (presidente), Cosimo Lanza, Gino Puleo e Dario Ciullo.
Per la prima volta quest’anno l’Avis ha operato con la collaborazione di una preziosa squadra di ragazzi liceali che si sono uniti all’interno di uno specifico progetto nazionale di alternanza Scuola-Lavoro che avrà la durata di tre anni durante i quali l’Avis potrà usufruire della loro giovane energia, di idee nuove, nonché dell’azione di sensibilizzazione delle nuove generazioni di bagheresi.

“Il nostro obiettivo – ha dichiarato Silvana Bordonaroè stato quello di rendere omaggio al Signore col nostro lavoro artistico e, allo stesso tempo, di sensibilizzare la cittadinanza alla donazione del sangue e di fornire tutte le informazioni necessarie per questo importante atto di generosità e amore fraterno”.
Le ha fatto eco il presidente Vincenzo Puleo il quale ha dichiarato: “Esprimo tutta la mia gratitudine e la mia stima ai soci dell’Avis impegnati nella realizzazione dell’Infiorata” E ha aggiunto: “Fare dono del proprio sangue serve a mettere a disposizione della collettività uno strumento di insostituibile solidarietà umana. Si tratta di un atto volontario, gratuito e di alto senso civico nei confronti di chi ha bisogno. Noi con l’AVIS ci offriamo solo come tramite, desideriamo invogliare i nostri concittadini a farlo. Siamo sempre alla ricerca di nuovi donatori e TANTI hanno forse bisogno di ricordarsi che i legami fra gli uomini non sono regolati solo dalla logica commerciale, ma anche dalla logica del dono. Tu sei importante per me, io sono importante per te”.

Puleo ha quindi ricordato che il sangue non è riproducibile in laboratorio, è indispensabile nei servizi di primo soccorso, in chirurgia, nella cura di alcune malattie e la sua disponibilità è un patrimonio collettivo di solidarietà da cui ognuno può attingere nei momenti di necessità.
Con le donazioni periodiche e regolari il donatore di sangue ha la garanzia di un controllo costante del proprio stato di salute, grazie alle visite mediche e agli accurati esami di laboratorio eseguiti ad ogni prelievo.

L’appello finale di Puleo è stato: “Chiedo alla mia città, ai donatori, ma soprattutto ai non donatori, di ricordare che in estate il fabbisogno di sangue aumenta, in coincidenza ahimè di un netto calo delle donazioni. Perciò esorto a prestare attenzione al calendario estivo di raccolta che presto sarà pubblicato dal Settimanale di Bagheria. Chiamateci al nostro numero per qualsiasi informazione, scriveteci al nostro indirizzo mail e sul nostro profilo face book. Sarete assistiti e saremo lieti di offrirvi il nostro tempo per realizzare il vostro prezioso dono, quel dono che vale una vita”. 

Carolina Buffa, a nome dei 25 alunni del Liceo Classico “Francesco Scaduto” ha a sua volta detto: “Abbiamo da appena un mese iniziato uno stimolante percorso formativo di alternanza scuola-lavoro che il MIUR ha tanto voluto far radicare nelle scuole superiori italiane affinché si concretizzasse l’ormai famoso lifelong learning, aprire cioè il mondo della scuola al mondo esterno per consentire di trasformare il concetto di apprendimento in attività permanente e colmare il gap ancora oggi esistente tra il mondo del lavoro e la preparazione scolastica impartita dai nostri professori. Noi per far questo abbiamo scelto l’AVIS Comunale di Bagheria ed è stata finora una scelta più che azzeccata.

Il titolo che abbiamo voluto dare al nostro percorso triennale è “La donazione del sangue: solidarietà, salute, sanità”. Con questo pensiamo di aver ben inquadrato una esperienza formativa umanamente stimolante, un vero impegno sociale, una chance per amplificare il nostro senso civico e vivere appieno la nostra città, il tutto condotto dal nostro tutor-esterno Angelo Puleo con familiarità italiana e rigore inglese”.
Carolina Buffa si è quindi dichiarata entusiasta dell’esperienza “gratificante e stimolante” di lavorare accanto alla gente nella realizzazione dell’Infiorata. “In questa occasione – ha sottolineato – abbiamo consolidato un gruppo che nel prossimo futuro potrà e dovrà costituire nuove realtà legate al mondo AVIS”.
“Senza dubbio – ha concluso – è stata un’iniziativa meravigliosa, divertente e soprattutto educativa, che, in qualche modo ci ha fatto capire quanto sia importante darci una mano”.

Associazione Volontari Italiani del Sangue
Sezione comunale di Bagheria (PA)
Sede operativa: Via Bagnera n.55 Accanto chiesa “Anime Sante”.
Tel. 393 8110777 – email avis.bagheria@gmail.com
Su Facebook “Avis comunale di Bagheria”

 

Giuseppe Fumia

 

avis gruppo artistico (UNO) avis Liceo Scaduto (DUE) avis Quadro (TRE)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.