di

Si potranno recuperare Villa Castello e Villa Butera

.

La Regione Siciliana ha ritenuto i progetti presentati dal Comune di Bagheria ammissibili al finanziamento per il recupero di vecchi immobili e riuso di beni confiscati alla mafia.

Il primo progetto ritenuto ammissibile riguarda il recupero per fini sociali della villa confiscata per mafia a Castello che si trova in corso Baldassare Scaduto. Il secondo progetto riguarda il recupero funzionale del teatro all’interno di Villa Butera Branciforti e delle aree di pertinenza.

Entrambi i progetti saranno finanziati grazie all’avviso azione 9.6.6. del PO FESR 2014-2020  per  interventi di recupero funzionale e riuso di vecchi immobili di proprietà pubblica, in collegamento con attività di animazione sociale e partecipazione collettiva, inclusi interventi per il riuso e la rinfunzionalizzazione dei beni confiscati alle mafie.

 

La fase successiva sarà ora quella della valutazione tecnico-finanziaria.

«Contiamo di avere le somme per un impegno assunto anche nel nostro programma elettorale: il riutilizzo dei beni confiscati alla mafia da mettere a disposizione della comunità e la valorizzazione di beni architettonici  e culturali»  – ha spiegato il sindaco Cinque – «Abbiamo puntato su queste proposte perché le riteniamo utili per la città; l’intervento infatti non deve limitarsi solo al recupero del bene ma al suo riuso con attività di animazione sociale e partecipazione collettiva».

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *