La stagione calcistica 2022-2023 tra Mondiale e il calendario fitto di gare

È stato un inizio di stagione coinvolgente e spettacolare, ricco di eventi sportivi e di gare da seguire. Non sono certo mancati anche numerosi colpi di scena. Quello più clamoroso, al momento, rimane l’eliminazione della Juventus di Max Allegri dalla Champions League. I bianconeri non sono stati capaci di imporsi in un girone sicuramente competitivo e difficile, dove però sono mancate prestazioni degne di note, caratterizzate sicuramente dai numerosi infortuni in cui la squadra è incappata in questa prima parte di stagione. Eppure la Juventus era stata data come favorita, sia per il passaggio del turno, durante la fase a gironi di Champions League, sia per quanto riguarda la leadership di questo campionato di serie A. 

Il punto sul campionato di serie A 2022-2023

Pronti via, la serie A ha anticipato il suo inizio durante il mese di agosto, tra tante incognite e qualche bella sorpresa. Innanzitutto bisogna dire che per la prima volta abbiamo assistito al debutto assoluto del Monza, con la formazione lombarda che per la prima volta disputava una gara di serie A. Un dato quindi storico, come storico è stato il primo successo, ottenuto proprio contro una delle big del nostro campionato, la Juventus di Allegri. Da segnalare anche il ritorno in massima divisione per la Cremonese di Massimiliano Alvini, con i grigiorossi che sono tornati in serie A dopo un lungo periodo di assenza dai palcoscenici più prestigiosi. Differente il percorso del Lecce di Marco Baroni, visto che la formazione salentina è tornata in serie A dopo appena due stagioni in cadetteria. 

Le squadre che lotteranno per lo scudetto e per un piazzamento in CL

Non si era ancora conclusa la sessione di mercato estivo, con una finestra che è coincisa con il quarto turno di campionato, che già venivano pubblicate le ormai famose griglie di partenza, con le scommesse sportive con NetBet riflettono le formazioni date come favorite per lo scudetto e per il piazzamento in Champions League, relativo alla prossima stagione 2023-2024. Tra le squadre più quotate figuravano proprio l’Inter di Simone Inzaghi, la Juventus di Allegri e la Roma di José Mourinho, complice una campagna mediatica volta a premiare e in certi casi addirittura a incensare la prestigiosa campagna acquisti di questi tre club. Senza nulla togliere a Inter, Roma e Juventus, non c’erano stati segnali tanto evidenti da poter dire che gli acquisti e i rinforzi avrebbero fatto la differenza, in termini di prestazioni. Come da manuale le prime giornate hanno detto tutto e il contrario di tutto, facendo però subito intravedere qualcosa di differente, rispetto a quelli che erano stati i pronostici. Tornava in auge infatti il Milan di Stefano Pioli, ma soprattutto si affermava un terzetto inedito composto e guidato da Atalanta, Udinese e Napoli. Infatti proprio le formazioni di Gasperini e di Andrea Sottil, si dimostravano squadre ben organizzate, pronte a candidarsi come rivelazioni del torneo. 

Il percorso del Napoli targato Spalletti

Differente invece il percorso del Napoli di Luciano Spalletti, con una squadra in parte nuova e rinnovata, dopo le illustri cessioni di giocatori simbolo come il portiere David Ospina, il centrale difensivo Kalidou Koulibaly e poi ancora le punte Dries Mertens e il capitano Lorenzo Insigne. A questi si aggiungevano poi Fabian Ruiz e Andrea Petagna, per una squadra che almeno per metà organico sarebbe stata nuova e quindi impossibile da valutare prima del calcio d’inizio. Il Napoli dopo aver vinto contro Verona e Monza, veniva fermata prima in trasferta a Firenze e successivamente al Maradona contro la neopromossa Lecce. Non un inizio memorabile, si potrebbe tranquillamente affermare. Eppure a un certo punto qualcosa cambia, per merito anche del ritorno in Champions League, dopo due stagioni di assenza. La prima gara è contro i vice campioni d’Europa del Liverpool di Klopp. Questa gara, assieme al successo interno in campionato contro lo Spezia, costituiscono la prima potenziale sliding door, non solo per il Napoli, ma in generale per il campionato e certamente per il girone di andata, che come sappiamo è stato interrotto dopo il 15esimo turno per la sosta del Mondiale in Qatar. Il Napoli di Spalletti è arrivato alla sosta da primatista, vincendo tutti gli scontri diretti, oltretutto in trasferta contro Lazio, Milan, Roma e Atalanta. 

La lotta per un posto in Champions League durante il girone d’andata

Risultati a parte, quello che ha convinto è stato il gioco, mentre Juventus e Inter, perdevano pian piano terreno, rendendo la lotta per la Champions League sempre più agguerrita e avvincente. Il campionato è ancora lungo e terminerà solo a giugno, ma sarà appassionante seguirlo, visto che ogni posizione per quanto riguarda l’alta classifica, promette grande intensità e spettacolo. Ci sono solo quattro posti che saranno contesi da almeno sette formazioni, cioè le famose sette sorelle del campionato. Napoli, Milan, Lazio, Inter, Roma, Juventus e Atalanta. A queste bisogna inoltre aggiungere Fiorentina e Udinese che potrebbero contendersi il settimo posto, valido per la prossima Conference League.

Leggi sul “Settimanale di Bagheria”

Il Settimanale di Bagheria

Il Settimanale di Bagheria è una testata giornalistica iscritta al Reg. Tribunale di Palermo n.9 del 5/03/2007
Iscritto al Registro degli Operatori di Comunicazione n.15167/07

Per contattare la redazione puoi inviare un mail a redazione(at)bagheriainfo.it o un messaggio whatsapp al 393.5154113

Per la tua pubblicità invia un mail a commerciale(at) bagheriainfo.it


  • Sciopero generale martedì 13 dicembre.
    Corteo a Palermo di Cigil e Uil da piazza Croci a piazza Verdi per manifestare contro la manovra del nuovo governo Meloni.
  • Bagheria: disagi nelle classi. Interviene il gruppo consiliare “Avanti tutta”
    Dopo la drammatica vicenda della mancanza di spazi adibiti al regolare svolgimento delle lezioni, si è registrato un altro problema ben più allarmante che si riversa direttamente sugli alunni che passano le mattine all’interno delle aule: l’assenza di riscaldamenti.
  • Il bagherese Nino Buttitta arriva ad Assisi
    Due mesi e 1300 Km insieme al suo cavallo Gandalf che trainava un carretto siciliano. La storia di un viaggio per devozione verso Assisi dopo il lungo periodo del Covid e della difficoltà di portare aventi la sua attività di ristoratore. Nino, bagherese doc, ha 44 anni e nel viaggio verso Assisi “è partito giovane
  • L’Apd Bagheria 90011mantiene la vetta in classifica
    Pur non giocando la migliore partita della stagione, il Bagheria mantiene la vetta della classifica ed allunga nei confronti delle inseguitrici che oggi non sono andate oltre il pari (Terrasini e Margheritese) e clamorose sconfitte come il Prizzi sommerso di reti dai Delfini. Una gara giocato su un campo reso pesante dalle recenti precipitazioni e
  • Calcio: Il Ficarazzi in testa nel campionato di terza categoria
    Dai Mondiali alla 3^ Categoria, beh ci vuole “panza” e passione e quella non manca, ci si alza da tavola col boccone in bocca e via per il mitico campo della Roccella, tanto famoso che il nostro Umberto Bruno, valente e guerriero giocatore degli anni che furono, per seguire il figlio Alessandro che gioca tra
  • Borsa scambio del giocattolo e del modellismo al San Paolo Palace di Palermo.
    Si è tenuta ieri, domenica 4 dicembre, presso i locali del prestigioso hotel palermitano la trentesima edizione dell’evento che richiama migliaia di appassionati, molti anche bagheresi.


Potete approfondire con i seguenti suggerimenti:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.