Furti d’auto a Bagheria. Una città sotto assedio nel silenzio delle istituzioni.

Si susseguono da giorni gli annunci sui social di furti d’auto in varie zone. Si delinea un quadro tristissimo di una città in cui l’indifferenza dell’amministrazione sul tema sicurezza, sta diventando quasi colpevole.

Le telecamere pagate (non si capisce perché e come) coi fondi per la pandemia, dovrebbero già essere in funzione da un po’ secondo quanto proclamato, e pare si stia pure procedendo, ad un potenziamento del servizio, ma risultati non se ne vedono anzi negli ultimi giorni si registra una recrudescenza degli atti criminosi.

Almeno una macchina a sera sarebbe sparita da punti diversi della città, dalla via Carà, alla via Consolare, anche in zone trafficate o vicine a presidi delle forze dell’ordine, negli ultimi tre o quattro giorni.

Secondo gli ultimi dati statistici, confermati dalle denunce, anche a Bagheria, sarebbe la Fiat Panda il modello più appetibile per i ladri.

In Sicilia su 15000 denunce di furti d’auto, 3000 sono del modello della casa automobilistica torinese.

I furti avverrebbero per rimpinguare il mercato dei ricambi usati essendo queste vetture, tra il parco macchine circolante, le più numerose.

La recrudescenza di questi fenomeni è certamente legata alla crisi economica. Il mercato del nuovo, sia esso il mezzo in se, sia il ricambio, è stato fortemente penalizzato dalla contingenza. Oggi si preferisce riparare ad oltranza piuttosto che sostituire la vettura, e questo accresce la richiesta di ricambi a buon mercato, e nulla è più a buon mercato di un pezzo di dubbia provenienza.

Bisogna inoltre considerare il contesto generale della nostra cittadina in cui il clima di impunità regna sovrano da qualche anno, a causa dell’atteggiamento negazionista sull’emergenza sicurezza dell’amministrazione comunale.
Solo da qualche tempo le forze dell’ordine hanno prestato attenzione al grido di allarme dei cittadini, bypassando l’ente locale e intensificando i controlli che però vengono ancora non percepiti.
Sul territorio stanno per altro nascendo nuove realtà che intendono intervenire mediando le istanze con le autorità locali, come il coordinamento cittadino ReteCivica Bagheria.

Attendiamo dunque le iniziative di chi non vuole più sottostare alla tolleranza ed indifferenza e intende intervenire fattivamente sul territorio, perché

Bagheria sia presto un Comune per tutti.

Leggi sul “Settimanale di Bagheria”

Il Settimanale di Bagheria

Il Settimanale di Bagheria è una testata giornalistica iscritta al Reg. Tribunale di Palermo n.9 del 5/03/2007
Iscritto al Registro degli Operatori di Comunicazione n.15167/07

Per contattare la redazione puoi inviare un mail a redazione(at)bagheriainfo.it o un messaggio whatsapp al 393.5154113

Per la tua pubblicità invia un mail a commerciale(at) bagheriainfo.it


  • Sciopero generale martedì 13 dicembre.
    Corteo a Palermo di Cigil e Uil da piazza Croci a piazza Verdi per manifestare contro la manovra del nuovo governo Meloni.
  • Bagheria: disagi nelle classi. Interviene il gruppo consiliare “Avanti tutta”
    Dopo la drammatica vicenda della mancanza di spazi adibiti al regolare svolgimento delle lezioni, si è registrato un altro problema ben più allarmante che si riversa direttamente sugli alunni che passano le mattine all’interno delle aule: l’assenza di riscaldamenti.
  • Il bagherese Nino Buttitta arriva ad Assisi
    Due mesi e 1300 Km insieme al suo cavallo Gandalf che trainava un carretto siciliano. La storia di un viaggio per devozione verso Assisi dopo il lungo periodo del Covid e della difficoltà di portare aventi la sua attività di ristoratore. Nino, bagherese doc, ha 44 anni e nel viaggio verso Assisi “è partito giovane
  • L’Apd Bagheria 90011mantiene la vetta in classifica
    Pur non giocando la migliore partita della stagione, il Bagheria mantiene la vetta della classifica ed allunga nei confronti delle inseguitrici che oggi non sono andate oltre il pari (Terrasini e Margheritese) e clamorose sconfitte come il Prizzi sommerso di reti dai Delfini. Una gara giocato su un campo reso pesante dalle recenti precipitazioni e
  • Calcio: Il Ficarazzi in testa nel campionato di terza categoria
    Dai Mondiali alla 3^ Categoria, beh ci vuole “panza” e passione e quella non manca, ci si alza da tavola col boccone in bocca e via per il mitico campo della Roccella, tanto famoso che il nostro Umberto Bruno, valente e guerriero giocatore degli anni che furono, per seguire il figlio Alessandro che gioca tra
  • Borsa scambio del giocattolo e del modellismo al San Paolo Palace di Palermo.
    Si è tenuta ieri, domenica 4 dicembre, presso i locali del prestigioso hotel palermitano la trentesima edizione dell’evento che richiama migliaia di appassionati, molti anche bagheresi.


Potete approfondire con i seguenti suggerimenti:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.