Bagheria: 160 mila euro nel 2022 e 80 mila nel 2023 per interventi straordinari sulle strade

È stato firmato il decreto del Ministero dell’Interno che assegna ai comuni i contributi per investimenti finalizzati alla manutenzione straordinaria delle strade comunali, dei marciapiedi e dell’arredo urbano per il 2022 e il 2023.
Di seguito i comuni e i contributi per la provincia di Palermo :

Riceveranno 10 mila euro nel 2022 e 5 mila nel 2023: Alia, Alimena, Aliminusa, Baucina, Bisacquino, Blufi, Bolognetta, Bompietro, Caltavuturo, Campofelice Di Fitalia, Campofiorito, Camporeale, Castellana Sicula, Castronuovo Di Sicilia, Cefala’ Diana, Cerda, Chiusa Sclafani, Ciminna, Collesano, Contessa Entellina, Geraci Siculo, Giardinello, Giuliana, Godrano, Gratteri, Isnello, Lascari, Mezzojuso, Montemaggiore Belsito, Palazzo Adriano, Petralia Soprana, Petralia Sottana , Polizzi Generosa, Pollina, Prizzi, Roccamena, Roccapalumba, San Mauro Castelverde, Santa Cristina Gela, Sciara, Scillato, Sclafani Bagni, Torretta, Trappeto, Ustica, Valledolmo, Ventimiglia Di Sicilia, Vicari, Villafrati.

Riceveranno 25 mila euro nel 2022 e 12500 nel 2023: Altavilla Milicia, Altofonte, Balestrate, Borgetto, Caccamo, Campofelice Di Roccella, Castelbuono, Gangi, Isola Delle Femmine, Lercara Friddi, Marineo, Montelepre, Piana Degli Albanesi, San Cipirello, San Giuseppe Jato.

Riceveranno 60 mila euro nel 2022 e 30 mila nel 2023: Belmonte Mezzagno, Capaci, Casteldaccia, Cefalu’, Cinisi, Corleone, Ficarazzi, Santa Flavia, Terrasini, Trabia, Villabate.

Riceveranno 125 mila euro nel 2022 e 62500 nel 2023: Carini, Misilmeri, Monreale, Partinico, Termini Imerese.

Il Comune di Bagheria riceverà 160 mila euro nel 2022 e 80 mila nel 2023.

Il Comune di Palermo riceverà 350 mila euro nel 2022 e 175 mila nel 2023.

✔️ I comuni beneficiari sono tenuti ad iniziare l’esecuzione dei lavori entro il 30 luglio 2022 per i contributi relativi all’anno 2022 ed entro il 30 luglio 2023 per quelli relativi all’anno 2023, a pena di decadenza, e che, nei casi di mancato rispetto degli stessi termini o di parziale utilizzo.

Fonte : On. Luigi Sunseri



Potete approfondire con i seguenti suggerimenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.