AMB e lavoratori: si chiude una vicenda lunga tre anni

La vicenda risale a tre anni fa circa quando il sindacato Cgil ha promosso una causa contro la AMB, la municipalizzata che si occupa di rifiuti,  priva, a suo dire, del Documento di Valutazione Rischi, necessario per legge,  e per avere fatto svolgere agli operatori assunti con un contratto a tempo determinato, una mansione superiore che richiedeva un inquadramento economico di secondo livello, avendoli assunti nel dicembre del 2018 con un contratto J. La differenza sono circa 400 euro mensili tra i due livelli.

La Cgil sosteneva in sede di tribunale del lavoro che, oltre al DVR, ci fosse un trattamento diverso tra lavoratori dell’azienda che, in realtà, svolgevano tutti la stessa mansione. Una disparità intollerabile agli occhi del sindacato.

“Oggi, afferma il presidente AMB Matranga è una giornata importante, si è chiusa una vertenza di lavoro che ho ereditato sin dal 2019 e grazie al grande senso di responsabilità dei lavoratori, del Sindacato e del Socio (il comune n.d.r.) e allo straordinario lavoro di mediazione effettuato dallo Studio DLCI avv.ti Prof. Lorenzo Maria Dentici e Luigi Maini Lo Casto che rappresentava Amb nel contenzioso, si è arrivati ad una proposta transattiva firmata da tutte le parti coinvolte.

Stamattina, a Palermo, nella sede della CGIL, si è scritta una bella pagina di storia di relazioni sindacali. Grazie a tutti.”

Sembra che l’accordo preveda un aumento di livello per i dipendenti e un riconoscimento economico per le mensilità arretrate, anche se non si conoscono appieno le modalità transattive. Di sicuro l’accordo è stato fatto e le parti hanno chiuso il contenzioso.

In AMB rimangono, ora, solo 8 operatori ecologici di livello J, assunti con il concorso lo scorso mese di ottobre del 2020. Secondo quanto stabilito dal Contratto nazionale di Lavoro applicato alla categoria, questi lavoratori dovrebbero svolgere mansioni di spazzamento e non dovrebbero condurre mezzi di lavoro che prevedano l’uso di patente B. Ecco perchè la mansione, studiata per l’ingresso in azienda, presenta una base economica inferiore per la durata di 26 mesi dall’assunzione.

Nella foto alcuni operatori AMB ed il Presidente Vito Matranga

Potete approfondire con i seguenti suggerimenti:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.