A CIMINNA ECOMUSEO TRA SACRO E NATURA

Si è concluso il progetto riguardo le attività finalizzate alla rigenerazione urbana attraverso la realizzazione di attività culturali e creative. Un’ iniziativa finanziata dal MIBAC attraverso il Piano Cultura Urbano “PROGETTO SCUOLA ATTIVA LA CULTURA”
Nel mese di novembre 2019 ha avuto inizio il progetto. In particolare, l’obiettivo è stato quello di promuovere la cultura per migliorare la qualità della vita degli abitanti del paese di Ciminna relativo ai quartieri San Giovanni, Matrice e Apurchiarola. Il progetto ha visto impegnati l’I.C. Don Rizzo di Ciminna quale capofila di un partenariato formato dall’Associazione culturale Facitur, dal Gruppo di Azione Locale G.A.L. Metropoli Est e dall’azienda Pieggi 2.0 Tipografia Digitale.

Nell’ambito delle attività progettuali, sono stati attivati i gruppi di lavoro (laboratori) per la realizzazione delle mappe di comunità di quartiere, ma l’insorgere improvviso ed inaspettato dell’emergenza sanitaria e i conseguenti provvedimenti governativi, hanno comportato una inevitabile variazione del cronoprogramma delle attività, causando diverse sospensioni di ogni azione del progetto e rallentamenti nell’esecuzione delle attività, sino ad arrivare ad oggi alla sua conclusione.

Grazie allo sforzo sinergico della partnership e alla collaborazione fattiva dell’amministrazione del comune di Ciminna, sono stati realizzati diversi prodotti che hanno incrementato e diversificato l’offerta culturale del paese, migliorando l’area urbana e i servizi culturali proposti dai quartieri.

I prodotti multimediali creati per la disseminazione e la diffusione della attività di progetto, mostra fotografica, cortometraggi, realtà aumentata, Virtual tour della Chiesa Madre e dei Quartieri, sono visibili attraverso il portale www.ecomuseociminna.it.

“L’esperienza progettuale -dice Giovanna Lascari, Dirigente dell’Istituto Comprensivo di Ciminna – ha permesso ai partecipanti al progetto di individuare opportunità formative significative per gli studenti, di accrescere l’apertura e l’integrazione della scuola con il territorio”.

Fonte: Tele One



Potete approfondire con i seguenti suggerimenti:

Articoli correlati

Calendario raccolta differenziato anno 2024

Il calendario della raccolta rifiuti relativo al 2024 è stato reso noto dalla società che gestisce la raccolta dei rifiuti a Bagheria. Non ci sono variazioni rispetto…

L’asprense Pippo Balistreri riceve il Premio Città di Sanremo

Il direttore di palco Pippo Balistreri di Aspra è il nostro vero vincitore di questo 74esimo Festival di Sanremo. Ha ricevuto durante l’ultima serata il Premio Città…

Lettera di un pendolare bagherese sull’aumento dei biglietti del treno

Cara Trenitalia,sono un ragazzo di Bagheria che frequenta da 3 anni l’Università degli studi di Palermo e che ogni giorno utilizza il treno per recarsi da casa…

Scelto il carrubo per il posteggio della stazione. Quaranta alberi per far diventare verde la zona

Il carrubo è un albero che ormai possiamo considerare siciliano. Bello da vedere e molto rustico, tanto da crescere tranquillamente con il nostro clima temperato. Quaranta alberi…

Il Servizio raccolta rifiuti per queste festività e raccolta differenziata al 65%

Nell’approssimarsi delle prossime festività l’AMB ha reso noto il calendario di raccolta e gli orari dei centri di raccolta comunali. Il servizio di porta a porta non…

Ficarazzi: l’intensa pioggia fa danni al manto stradale

Saltano i tombini e l’incrocio di via Meli con la strada che porta a Villabate e Palermo, si trasforma in un fiume. La pioggia intensa della notte…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.