FIUME ELEUTERIO: INCONTRO DI PROGRAMMAZIONE E VALUTAZIONE PROGETTUALITA’ SU INTERVENTO DI BONIFICA E SALVAGUARDIA

Importante incontro di confronto, negli scorsi giorni, tra il sindaco di Bagheria Filippo Tripoli ed il gruppo di progettisti del Comitato CISP EUROPE già operativi da tempo nell’ambito della progettazione partecipata sulla riqualificazione del sistema costiero nell’ambito del progetto di riqualificazione territoriale che interessa la costa dei Comuni di Ficarazzi, Bagheria e Santa Flavia.

Il progetto di riqualificazione territoriale vede tra le priorità – dichiara l’arch Francersco Paolo Provino – la riqualificazione della foce del fiume Eleuterio, polmone naturalistico di tutto il tratto costiero, intervento ormai improcrastinabile viste le condizioni ambientali del bacino di fiume che in questi ultimi tempi sta mostrando tutte le sue criticità.

Al gruppo CISP EUROPE ha aderito l’Associazione Legambiente Bagheria e Dintorni, rappresentato da Luigi Tanghetti, da sempre impegnata sul fronte della tutela della costa e nella lotta all’abusivismo edilizio oltre che attenta al monitoraggio del funzionamento degli impianti di depurazione dei comuni della fascia costiera. Tanghetti di Legambiente sottolinea che è ormai improrogabile un intervento di bonifica che risulti sostenibile dal punti di vista ambientale e che sia seguito da un intervento di monitoraggio e vigilanza C.I.S.P. EUROPE, ha proposto all’amministrazione comunale un progetto strategico che
coinvolge sin dalle prime battute organizzazioni ed enti già strutturati che hanno responsabilità nella gestione e nell’uso delle acque, nella pianificazione del territorio e nella tutela dell’ambiente.

Prioritario ed urgente risulta la realizzabilità di un immediato intervento di bonifica e pulizia straordinaria della foce dal mare fino ad almeno un chilometro, dichiara l’architetto Tommaso Aiello, intervento realizzabile e finanziabile nell’immediato attraverso il ricorso a fondi destinati. Non posso che accogliere favorevolmente l’iniziativa del comitato CISP EUROPE, dichiara il sindaco di Bagheria Filippo Tripoli, che in accordo con il comitato ha già dato la disponibilità ad un appuntamento in videoconferenza per l’incontro di confronto con altri attori interessati alla tutela e salvaguardia del fiume Eleuterio tra cui l’amministrazione comunale di Ficarazzi Il comitato promotore CISP EUROPE infatti, si propone – dichiara l’arch Cettina Castelli – quale strumento di interazione con le singole amministrazioni comunali, che non dialogano dal punto
di vista della programmazione strategica, intervenendo in termini propositivi e come facilitatore per l’implementazione della progettualità a carico degli uffici comunali.

All’incontro saranno invitati anche i rappresentati degli organismi deputati a veicolare la progettualità più complessa alla intercettazione di finanziamenti utili alla loro realizzazione tra cui la Segreteria Tecnica del Contratto di Fiume e di Costa Eleuterio – rappresentata dall’arch Daniela Lima – che ha elaborato un rapporto ambientale sul fiume Eleuterio che attende la presa d’atto da parte dei Consigli Comunali di Bagheria Ficarazzi, aderenti, e che necessita di progettualità esecutive condivise per le quali richiedere o veicolare finanziamenti comunitari, nazionali e regionali.

L’incontro verterà sull’immediato piano di bonifica e pulizia della foce, ma anche delle ipotesi di fruibilità e la realizzazione di un utilizzo sostenibile che garantisca la vigilanza ed il monitoraggio della zona. Questo processo non può che passare dall’attivazione di accordi e partenariati tra soggetti pubblici e partner privati per un utilizzo sostenibile dell’area, dichiara Daniele Marino del CISP EUROPE, perché soltanto attraverso la fruizione dell’area da parte della cittadinanza possono
essere assicurati vigilanza e pulizia dell’area.

In questo processo di partecipazione integrata, particolare attenzione sarà posta al coinvolgimento delle piccole e medie imprese ed associazioni del territorio, da coinvolgere nell’ambito della progettazione e nell’ambito della sostenibilità economica delle iniziative – molto più frequentemente non sostenibili soltanto dagli gli enti pubblici. Il progetto di CISP EUROPE intende facilitare proprio i processi di sostegno alle imprese che investono nel sistema costiero e nel territorio ad esso collegato al fine di agevolare la progettualità e intercettare forme di aiuto e sostegno; prioritario sarà dare maggiore visibilità e costruire percorsi per lo sviluppo dello strumento del project financing ed altri strumenti finanziari che
implementerebbero gli investimenti sul territorio con una ricaduta occupazionale e in termini di sviluppo socio economico.

Foto di archivio.

Ti consigliamo di visionare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.