Conferito all’arch. Maria Piazza l’incarico temporaneo della Direzione VI “Governo e Pianificazione del territorio”, Legambiente attende l’ordinanza di demolizione dell’ecomostro

L’ingegnere Vincenzo Aiello, con nota dello scorso 18 dicembre, nel rappresentare anche ragioni di salute, tali da compromettere la serenità lavorativa e il giusto impegno essenziale per l’espletamento del complesso incarico, ha chiesto all’amministrazione comunale di essere sollevato da qualsiasi incarico di titolare di P.O. ivi compreso quello della Direzione VI.

L’amministrazione comunale dovendo provvedere, almeno fino al 31 dicembre 2020, nelle more che si provveda ad una complessiva riorganizzazione dei titolari di P.O., alla nomina di un titolare della Direzione VI, in sostituzione dell’ingegnere Vincenzo Aiello, con analoga esperienza e professionalità nella materia, ha deciso di nominare l’architetto Maria Piazza, responsabile di P.O. “Servizio Opere Pubbliche – “Servizio Edilizia Residenziale Pubblica”, “Servizio Espropri”, “Servizio Patrimonio – Beni Confiscati – Autoparco – Amministrazione Condivisa”, “Servizio Energia e politiche ambientali”, “Servizio Pianificazione Mobilità e Infrastrutture”, “Servizio Demanio Marittimo”.

In proposito Legambiente fa sapere che persegue esclusivamente l’interesse della tutela della costae pertanto non interessata chi ricopra il ruolo di dirigente al Comune e si attende l’ordinanza di demolizione dell’ecomostro di Aspra.

“Abbiamo presentato già i nostri esposti e le nostre argomentazioni per ciò che riguarda l’abbattimento dell’ecomostro – afferma il presidente di Legambiente “Bagheria e dintorni” Luigi Tanghetti – che è per noi e per tutti una priorità.

Per cui ci attendiamo adesso che debba seguire soltanto l’ordinanza di demolizione come d’altro canto si è proceduto per centinaia di altri cittadini, che avevano manufatti abusivi sulla costa. Se questo non accadrà in tempi strettissimi valuteremo responsabilità personali di tipo omissivo del dirigente di turno.

Siamo se possibile, ancor più interessati a conoscere anche i criteri di emissione delle ordinanze di demolizione, i cittadini ci chiedono e chiedono questo”.

Pino Grasso

Ti consigliamo di visionare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.