Finanziato una serie tv su Gianni Mineo, il bagherese che salvò molte vite.

La Direzione Generale Cinema del Ministero dei Beni Culturali ha recentemente deliberato un finanziamento per un progetto di sceneggiatura di film TV dedicato agli Eroi della Chiassa: Gianni Mineo e Giuseppe Rosadi, le cui gesta nel 1944 hanno scongiurato l’ennesima sanguinosa strage nazista nel territorio aretino.

Il progetto prevede otto parti da 50 minuti l’una per quattro serate televisive. Si tratta di una coproduzione italo-tedesca, con attori di madrelingua, e con riprese ad Arezzo, alla Chiassa, ad Anghiari ed in altre località sia italiane che tedesche, in modo da illustrare la vicenda del rapimento del Colonnello Maximilian von Gablenz, la immediata rappresaglia tedesca, che portò alla cattura di centinaia di ostaggi con la minaccia di una loro fucilazione e l’azione di Gianni Mineo, coadiuvato da Giuseppe Rosadi, che portò alla liberazione del Colonnello e alla salvezza degli ostaggi.

La richiesta alla Direzione Generale Cinema è stata presentata dallo storico aretino Santino Gallorini e dal regista Alberto Negrin nell’ottobre 2019 per un progetto di scrittura di una sceneggiatura dal titolo “Vite in cambio”, come il libro di Gallorini, edito dalle Edizioni Effigi, da cui essa è tratta. Assieme alla richiesta c’erano allegati la sinossi, il soggetto, tutta la documentazione ed i curricula, nonché la ricostruzione delle vicende che avevano portato alla concessione di una Medaglia al Valor Militare a Mineo ed a Rosadi da parte del Presidente della Repubblica, Sergio Matterella. È stato anche documentato l’interesse per la storia di Mineo, Rosadi e von Gablenz, da parte delle massime autorità tedesche (il Presidente della Repubblica Federale, Frank-Walter Steinmeier e la Cancelliera Angela Merkel) e dell’Ambasciatore della Germania in Italia, Viktor Elbling.

Con decreto 3108 del 14 dicembre 2020, il direttore generale della Direzione Generale Cinema del Ministero dei Beni Culturali, ha pubblicato la graduatoria completa dei progetti di scrittura sceneggiature III sessione 2019.

Con immensa emozione e altrettanta gioia Santino Gallorini e Alberto Negrin hanno constatato che il Progetto di scrittura di sceneggiatura del film tv “Vite in cambio” è arrivato primo.

La Commissione di esperti ha decretato un punteggio di 83 punti a “Vite in Cambio” e soltanto altri due progetti hanno superato il punteggio minimo di 70 punti, utile per accedere ai finanziamenti. E a testimonianza del buon lavoro svolto, il progetto aretino ha superato decine di altri elaborati presentati da sceneggiatori famosi.

Oltre alla soddisfazione per questo incredibile risultato è maturata la consapevolezza che è stato fatto un importante passo verso la realizzazione del un film TV sugli Eroi della Chiassa e sul Colonnello von Gablenz.

Ti consigliamo di visionare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.