In città si vedono i primi cumuli e strade piene di sacchetti. Stasera si potrà uscire l’UMIDO.

La chiusura prolungata della discarica e l’impossibilità da parte degli operatori a svolgere il servizio per la mancanza di mezzi riempiti con la frazione non differenziabile esposta domenica sera sta provocando i primi cumuli negli angoli della città e strade piene di sacchetti, nonostante lo sforzo dell’azienda AMB per garantire il ritiro delle frazioni differenziabili come l’umido.

Gli operatori hanno potuto raccogliere solo in parte la differenziata in città e domani possono garantire la raccolta della frazione UMIDO che viene consegnata ad un impianto per il trattamento diverso dalla discarica. (n.d.r. L’umido viene trasformato in humus in un impianto di Catania)

Il presidente della AMB Vito Matranga ha comunicato che i cittadini possono conferire l’UMIDO nella giornata assegnata (giovedi sera) e se possono devono metterlo a parte per permettere agli operatori di raccoglierlo agevolmente.

L’invito di tenere in casa tutto il resto, facendo un giro per le strade, in molti occasioni è rimasto inascoltato. La discarica è chiusa e dalla regione sicilia (in minuscolo per protesta) non vi è nessuna indicazione per rivolvere la crisi dei rifiuti in 39 comuni.

Non si conoscono ancora le intenzioni dei dirigenti regionali per rivolvere la crisi ed intanto sempre più sacchetti spuntano nelle strade e nei piccoli cumuli che si sono formati negli angoli ed in alcuni condomini. La situazione potrebbe diventare seria se nei prossimi giorni non verrà indicata una nuova discarica o si riapriranno i cancelli chiusi di Alcamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.