Sfoglia il giornaleLeggi il giornale comodamente

I pro e i contro sulla prossima apertura domenicale dei supermercati

Sono tanti i pareri anche contrastanti in città dopo la decisione dell’amministrazione comunale di fare riaprire i supermercati in città da domenica prossima 18 ottobre 2020 fino al 10 gennaio 2021, soprattutto in considerazione dell’aumento dei contagi da Covid-19.

“Ma se le festività non le possiamo neanche festeggiare perché anche con i parenti dicono che si crea assembramento – dichiara Lucrezia Di Salvo – la grande spesa non servirà.

Pertanto la domenica i negozi dovrebbero rimanere chiusi e lasciate spazio a chi lavora per stare un po’ a godersi la famiglia”.

Laura Di Bella non condivide la decisione del Comune perché si può benissimo continuare fare la spesa anche nel giorno di sabato, come si è fatto in tutti questi mesi da marzo ad oggi.

Anche Maria Teresa Martorana non condivide il provvedimento. “Da un lato ci terrorizzano affermando che il virus si sta propagando – dice – e dall’altro riaprono i supermercati”.

Per Massimo Conti si dovrebbe aprire anche la domenica, per evitare assembramenti pazzeschi il sabato. “Ritengo sia necessario, direi quasi indispensabile, ritornare alla normalità – dichiara il presidente della Confcommercio cittadina Italo Fragale – a riprendere le abitudini, e a rispettare le regole precedenti il lockdown.

Ovunque sia nelle città, sia nei paesi limitrofi, si è tornati ad aprire nelle domeniche e nei giorni festivi come d’altronde la normativa regionale indica”.

Ma c’è pure tra i commercianti chi dissente. “E’ una decisione che non ha senso – afferma Gianni Aiello, titolare di un negozio di frutta e verdura – siamo in piena emergenza e apriamo anche la domenica mattina i negozi”.

Sull’importanza di onorare il “Dies Domini” ecco il parere dello storico della Chiesa, don Francesco Stabile. “Non sono d’accordo con questa decisione di riaprire la domenica – dichiara – in questo modo non si favorisce certamente l’unità e le relazioni all’interno della famiglia che si riunisce nella giornata festiva”.

Pino Grasso

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.