Quando tutto il male non viene per nuocere… Le pillole di Leonardo Eucaliptus

Tutta questa pandemia economica, chiamata coronavirus e studiata a tavolino, alla fine servirà anche a qualcosa di positivo, cioè far rendere conto della debolezza umana, dell’allontanamento dei popoli e la nostra
fragilità economica.

Basta un virus con la corona e crolla tutta l’umanità. Se si tornasse indietro si farebbe un salto in avanti e ritornerebbero i veri valori che si sono persi strada facendo lungo la storia e non rispettando ciò che è più valido per l’umanità, il bene di tutti.

Ora vi pongo alcune regole fondamentali per poter vivere in questo
paradiso terrestre: Occorre socialità e solidarietà, saper decidere
di essere o avere; scegliere una linea orizzontale o verticale.

Come vedete basta rispettare alcune regole e cambierebbe tutto senza dimenticare che la cosa più importante e non dimenticare mai il creatore e ringraziarlo per il grande dono che ci ha regalato cioè stare su questo mondo senza distruggerlo e sempre sperando che si possa far ricredere questi malati scellerati ed assetati di potere, malati che sarebbero sempre pronti a distruggere questo prezioso giocattolo senza il timore della reazione del “creratore che l’ha creato”.

Speriamo che questo progetto maligno si dissolva in una bolla di sapone
Io, comunque, spero di cavarmela.
Il vostro Leonardo Eucaliptus

Articoli correlati

Calendario raccolta differenziato anno 2024

Il calendario della raccolta rifiuti relativo al 2024 è stato reso noto dalla società che gestisce la raccolta dei rifiuti a Bagheria. Non ci sono variazioni rispetto…

L’asprense Pippo Balistreri riceve il Premio Città di Sanremo

Il direttore di palco Pippo Balistreri di Aspra è il nostro vero vincitore di questo 74esimo Festival di Sanremo. Ha ricevuto durante l’ultima serata il Premio Città…

Da una fede demoniaca, salvaci o Signore!

Gesù non aveva casa, né cattedra. Qualsiasi luogo era buono per predicare perché tutti dovevano udire la Parola.Marco racconta di un sabato nella sinagoga di Cafarnao. Gesù…

In quel «cosa cercate?» la pedagogia del Signore

Le prime parole del Gesù storico sono una domanda. È la pedagogia di quel giovane rabbi, che sembra quasi dimenticare se stesso per mettere in primo piano…

Lettera di un pendolare bagherese sull’aumento dei biglietti del treno

Cara Trenitalia,sono un ragazzo di Bagheria che frequenta da 3 anni l’Università degli studi di Palermo e che ogni giorno utilizza il treno per recarsi da casa…

L’amore di Dio non conosce confini

Oggi la Chiesa ci invita a celebrare l’Epifania, cioè la “manifestazione” di Dio. Una festa che annuncia che il Messia non è un tesoro privato di Israele,…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.