Bagheria: microcriminalità al lavoro già nelle prime ore della sera. Non solo droga.

I furti e le illegalità non attendono le ore piccole. Già nelle prime ore della sera si registrano i primi episodi. Si è consentito che si diffondesse l’idea del “tutto lecito” a Bagheria. Non sarà facile ristabilire la normalità.

Rientri a casa ad ora di cena dopo una giornata al lavoro, ceni, esci a fumare una sigaretta e in 60 minuti circa in un orario di punta con centinaia di persone ancora in giro, ti hanno rubato lo specchietto retrovisore della macchina.
Questo è quanto accaduto ad un nostro giovane lettore ieri sera ( era venerdì chissà quante ne sono successe n.d.r.) tra le 20 e le 21 nei pressi del suo domicilio vicino la scuola Luigi Pirandello. La macchina a cui è stato asportato il dispositivo retrovisore è una Punto che insieme alla Panda restano le vetture più appetibili per questo tipo di furti, poiché diffusissime e con ampia richiesta di ricambi.
L’emergenza sicurezza in città non è più una tematica su cui organizzare “parlate” a meno che non siano preparatorie di interventi reali. Convegni, conferenze, cicli didattici vanno affiancati ad un reale freno degli accadimenti malavitosi e illegali ad ogni angolo di ogni strada della nostra città.
Quando già tre anni fa si profetizzava tristemente che l’indifferenza avrebbe degenerato in una situazione di questa natura, i cittadini sono stati addirittura derisi e spacciati per visionari.
Oggi che si è verificato quanto predetto, si sta ancora giocando a nascondere la polvere sotto il tappeto, spingendo sulla narrazione dell’emergenza droga.

L’emergenza droga concorre certamente a creare questo clima di non sicurezza, di pericolo che si avverte ormai in tutta Bagheria, ma non saranno gli incontri nelle scuole, un filmino e uno sportello telefonico a risolverlo, arrivati a questo punto.

Abbiamo indicazioni da parte di semplici cittadini di luoghi di spaccio e centrali di spaccio in appartamento dove i ragazzi giovanissimi possono andare a comprare pochi spicci di crack al posto della merendina.
Ma dire che a Bagheria il problema è solo la droga significa chiudere gli occhi e non vedere tutti gli altri disagi, in cui siamo complici tutti. In cui si può intervenire subito e senza conferenze e convegni, avendo il coraggio di scontentare certe realtà (votanti) che devono ridurre il loro volume di affari fatti sulla pelle dei nostri figli.
La droga da un certo punto di vista è un problema comodo, un leviatano di biblica memoria, o, più vicino a noi, un mulino a vento contro cui Don Chisciotte perdeva le sue energie residue. È talmente radicato e contorto che assolve tutti se non si riesce ad arginarlo a dovere, e fa ricadere le colpe su articolazioni sociali, familiari, umane a pari merito con le istituzioni tutte.

Seppure in città gli attori sono ben presenti con la ripartizione delle responsabilità, è indubbio però che tre anni negando l’evidenza, silenziando i cittadini che denunciavano (caso raro), organizzando frizzi e lazzi senza mai curarsi di questa emergenze, bene di certo non hanno fatto.
Bagheria non è un Comune per tutti.

Ignazio Soresi.

Leggi sul “Settimanale di Bagheria”

Il Settimanale di Bagheria

Il Settimanale di Bagheria è una testata giornalistica iscritta al Reg. Tribunale di Palermo n.9 del 5/03/2007
Iscritto al Registro degli Operatori di Comunicazione n.15167/07

Per contattare la redazione puoi inviare un mail a redazione(at)bagheriainfo.it o un messaggio whatsapp al 393.5154113

Per la tua pubblicità invia un mail a commerciale(at) bagheriainfo.it


  • Sciopero generale martedì 13 dicembre.
    Corteo a Palermo di Cigil e Uil da piazza Croci a piazza Verdi per manifestare contro la manovra del nuovo governo Meloni.
  • Bagheria: disagi nelle classi. Interviene il gruppo consiliare “Avanti tutta”
    Dopo la drammatica vicenda della mancanza di spazi adibiti al regolare svolgimento delle lezioni, si è registrato un altro problema ben più allarmante che si riversa direttamente sugli alunni che passano le mattine all’interno delle aule: l’assenza di riscaldamenti.
  • Il bagherese Nino Buttitta arriva ad Assisi
    Due mesi e 1300 Km insieme al suo cavallo Gandalf che trainava un carretto siciliano. La storia di un viaggio per devozione verso Assisi dopo il lungo periodo del Covid e della difficoltà di portare aventi la sua attività di ristoratore. Nino, bagherese doc, ha 44 anni e nel viaggio verso Assisi “è partito giovane
  • L’Apd Bagheria 90011mantiene la vetta in classifica
    Pur non giocando la migliore partita della stagione, il Bagheria mantiene la vetta della classifica ed allunga nei confronti delle inseguitrici che oggi non sono andate oltre il pari (Terrasini e Margheritese) e clamorose sconfitte come il Prizzi sommerso di reti dai Delfini. Una gara giocato su un campo reso pesante dalle recenti precipitazioni e
  • Calcio: Il Ficarazzi in testa nel campionato di terza categoria
    Dai Mondiali alla 3^ Categoria, beh ci vuole “panza” e passione e quella non manca, ci si alza da tavola col boccone in bocca e via per il mitico campo della Roccella, tanto famoso che il nostro Umberto Bruno, valente e guerriero giocatore degli anni che furono, per seguire il figlio Alessandro che gioca tra
  • Borsa scambio del giocattolo e del modellismo al San Paolo Palace di Palermo.
    Si è tenuta ieri, domenica 4 dicembre, presso i locali del prestigioso hotel palermitano la trentesima edizione dell’evento che richiama migliaia di appassionati, molti anche bagheresi.


Potete approfondire con i seguenti suggerimenti:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.