PON a cura del 3° circolo didattico L. Pirandello: “danziamo genitori”

Nuovamente ospiti della splendida realtà che è il 3° circolo didattico Luigi Pirandello , avente alla dirigenza la professoressa Lucia Maria Rita Turiano , abbiamo la possibilità di prendere visione dello spettacolo finale del progetto “danziamo genitori” – avente come focus l’inclusione sociale e l’integrazione. Il laboratorio: “Danziamo genitori!” – ha mirato al rafforzamento delle competenze genitoriali, della sinergia scuola-famiglia; necessaria a favorire il successo scolastico e formativo degli alunni attraverso la riflessione e la discussione. Inoltre ha avuto lo scopo di diffondere la cultura musicale del corpo, del territorio ed il rafforzamento del ruolo della scuola come luogo di aggregazione e diffusione di saperi e competenze. Attraverso il movimento creativo si è promossa l’espressione personale.

La partecipazione attiva dei genitori nell’esperienza musicale-corporea ha incentivato in duplice aspetto espressione e comunicazione e ha dato la possibilità di sviluppare la capacità di ascolto consapevole e critico. La danza è parte integrante dei rituali, è forma di preghiera e di unione tra le persone nelle feste popolari. E’ un linguaggio universale, va oltre le barriere sociali, culturali e linguistiche.

Prima di vedere in dettaglio quanto prodotto abbiamo avuto il piacere di avviare una piacevole chiacchierata con loro, le mamme, protagoniste di questa splendida esperienza:

Parlatemi un po’ di questo progetto, qual è stata la vostra esperienza?
E’ stata un’esperienza divertente, abbiamo conosciuto persone nuove, siamo diventate complici e abbiamo dato un senso costruttivo a questi momenti di svago. Si è imparato molto delle altre culture, dal teorico al pratico e ci siamo parecchio messe in gioco e trasversalmente abbiamo proiettato il nostro sapere sui nostri figli.

Come vi siete sentite a ritornare sui banchi di scuola?
E’ stata una bella sensazione, eravamo spensierate, è stata una vera e propria “medicina” – a continuare è proprio un’ex alunna della coordinatrice del corso, l’insegnante Caterina Di Salvo, che così continua: avevo un bel ricordo, ritornare qui nelle vesti di mamma è stato emozionante e costruttivo allo stesso modo.

Raggiunte anche l’esperto interno la maestra Caterina Di Salvo e la tutor la maestra Stefania Sciortino , chiediamo loro di parlarci di questa esperienza: Abbiamo sempre fatto progetti con i genitori per consolidare il legame scuola-territorio, dopo l’approvazione del progetto lo abbiamo portato avanti e sviluppato al meglio, è stato un percorso
culturale che ha permesso ancor di più di unire i popoli attraverso la cultura appresa.

Lo spettacolo che ha avuto la seguente scaletta: Cup song – Oh Susanna, Body percussion ritmi, la Chapelloise, il Circolo Circasso, Marcia Turca con lo strumentario ORF, Danza Russa con la body percussion, La debka Kafrit, La taranta, la pizzica, Sirtaki. Con l’accompagnamento a cura di Francesco Maria Martorana per la canzone: “Cu ti lu rissi” di Rosa Balistreri, è stato motivo d’emozione per ogni persona presente, soprattutto i più piccoli, che hanno potuto vedere la propria mamma esibirsi.

Alla presenza dell’ assessore alle Politiche Socio- sanitarie, Giovanili e della Famiglia, Emanuele Tornatore, è lui stesso a prendere parola per le battute conclusive: Sono sorpreso. Questa scuola è l’idea della scuola che appartiene alla famiglia, dei papà delle mamme, dei nonne, dei bambini che lasciano e di quelli che no frequentano più. Penso che abbiamo a Bagheria un’eccellenza, una scuola aperta alle famiglie, al territorio. Se ancora ad oggi ci sono ex alunni che a distanza di venti o trenta anni ricordano ancora i propri insegnanti, allora significa che quegli insegnanti hanno seminato qualcosa.

A concludere la dirigente scolastica Lucia Maria Rita Turiano : ​
E’ stato piacevole notare un gruppo unito, voglioso di mettersi in gioco anche con le difficoltà climatiche. Ho visto il vostro cuore e di questo ve ne sono grata perchè anche grazie a questo avete portato alto il nome della scuola Luigi Pirandello.

Mariangela Facendola



Potete approfondire con i seguenti suggerimenti:

Articoli correlati

Calendario raccolta differenziato anno 2024

Il calendario della raccolta rifiuti relativo al 2024 è stato reso noto dalla società che gestisce la raccolta dei rifiuti a Bagheria. Non ci sono variazioni rispetto…

L’asprense Pippo Balistreri riceve il Premio Città di Sanremo

Il direttore di palco Pippo Balistreri di Aspra è il nostro vero vincitore di questo 74esimo Festival di Sanremo. Ha ricevuto durante l’ultima serata il Premio Città…

Lettera di un pendolare bagherese sull’aumento dei biglietti del treno

Cara Trenitalia,sono un ragazzo di Bagheria che frequenta da 3 anni l’Università degli studi di Palermo e che ogni giorno utilizza il treno per recarsi da casa…

Scelto il carrubo per il posteggio della stazione. Quaranta alberi per far diventare verde la zona

Il carrubo è un albero che ormai possiamo considerare siciliano. Bello da vedere e molto rustico, tanto da crescere tranquillamente con il nostro clima temperato. Quaranta alberi…

Il Servizio raccolta rifiuti per queste festività e raccolta differenziata al 65%

Nell’approssimarsi delle prossime festività l’AMB ha reso noto il calendario di raccolta e gli orari dei centri di raccolta comunali. Il servizio di porta a porta non…

Ficarazzi: l’intensa pioggia fa danni al manto stradale

Saltano i tombini e l’incrocio di via Meli con la strada che porta a Villabate e Palermo, si trasforma in un fiume. La pioggia intensa della notte…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.