Distributori di benzina e supermercati presi d’assalto

Nel pomeriggio, in tutti i distributori di benzina bagheresi, le auto erano in colonna per fare il pieno nei serbatoi, nonostante il prezzo di benzina e gasolio fosse volato a quota € 2,20 circa. Anche gli scaffali di molti supermercati di sera erano quasi vuoti, con molte persone che hanno fatto scorta di latte, pasta e altri prodotti di prima necessità. Anche nei fruttivendoli ortaggi e frutta sono saliti di prezzo.

Le preoccupazioni sono derivate dall’annuncio degli autotrasportatori di fermarsi da lunedi in tutta Italia e, quindi, la concreta possibilità che i distributori di benzina e i supermercati non possano ricevere la merce in entrata.

I trasportatori, cosi come gli armatori dei pescherecci, minacciano di fermarsi perchè il gasolio per autotrazione a questi livelli non permette un margine operativo e si va in perdita. Non si può lavorare e perdere soldi.

Il caro carburanti, però, non ha fermato gli automobilisti che hanno fatto un pieno a cifre che superano i 100 euro per auto. Un automobilista ci dice che nella sua auto, una utilitaria di piccole dimensioni, qualche mese fa il pieno costava 60 € circa, ora sono stati necessari quasi 90 euro per il pieno.

Nei prossimi giorni vedremo gli sviluppi di questa storia.

Foto azzurranews.it

Potete approfondire con i seguenti suggerimenti:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.