IoRestoErasmus: I.C. Carducci in partenza per la Turchia

L’Erasmus in pandemia lavora, programma, produce, rinuncia, a malincuore e con giudizio, ai viaggi ma non spegne le Emozioni per far tornare a viaggiare gli studenti di tutta Europa. In sintesi l’Erasmus non si arrende, troppo grande il patrimonio culturale da tutelare : costruire “la Cittadinanza Europea dei nostri ragazzi”.

Bagheria riparte, con i docenti dell’ I.C. Carducci-Gramsci che parteciperanno, dopo oltre un anno di lavoro virtuale, al primo meeting in presenza del progetto USEFUL METHODS TO COMBAT VIOLENCE IN SCHOOLS. L’evento si svolgerà dal 28 giugno al 2 luglio nella città di Izmar in Turchia, paesi partecipanti Turchia, Romania, Italia, Lituania, Grecia e Bulgaria.

La programmazione prevede attività, azioni, idee, metodi, su Rispetto, Tolleranza, Comprensione, Regole del comportamento a scuola e buone pratiche da divulgare in Europa. “Abbiamo continuato a lavorare e a confrontarci con i colleghi europei, un continuo monitoraggio tra studenti bagheresi e stranieri, dice Chiara Audia docente coordinatore, con la progettualità di sempre attraverso le videoconferenze, non ci sono stati i contatti fisici che sono rimasti nel cuore.

Abbiamo custodito ogni evento Erasmus del passato con la speranza di poterne realizzare dei nuovi, soprattutto con la mobilità degli alunni. Le buone pratiche si seminano nei bambini, nelle famiglie e nel territorio europeo. E’ questa la vera forza dell’Erasmus.” Un’esperienza che è mancata moltissimo alle famiglie e soprattutto agli alunni della primaria e della secondaria di primo grado che avevano salutato i compagni europei a febbraio del 2020, con alcuni un arrivederci a breve scadenza per rivedersi, come da programma, nei loro paesi per essere ospitati in famiglia.

La pandemia ha allungato le distanze fisiche ma non quelle dell’Erasmus che non hanno mai conosciuto distanze logistiche,
culturali, linguistiche, sociali ed economiche con il coordinamento dell’I.C. Carducci-Gramsci, tra le scuole più rappresentative per aver maturato un valido curriculum nel campo della progettazione europea, grazie all’impegno della Dirigente
Scolastica Maria Grazia Pipitone e a tutti i docenti coinvolti.

Previsto dal 23 al 27 agosto un altro Meeting in Grecia del Progetto POWER OF FRIENDSHIP – ANTIBULLYING PROGRAMME FOR SCHOOLS. Scuole partner in Grecia, Romania, Polonia, Italia, Turchia.

Al centro del programma la promozione di: amicizia, gentilezza, empatia, uniti nella diversità per lo sviluppo dell’accoglienza.
La sfida più grande è attesa per l’autunno con la mobilità degli alunni, con due nuovi progetti finanziati THE FINAL COUNTDOWN E HAPPY CHILDREN’S BUILD SELF CONFIDENCE THROUGH GAMES AND STORIES.

Le Emozioni Erasmus continueranno a viaggiare per l’Europa!

Daniela Cutrò

Potete approfondire con i seguenti suggerimenti:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.