CACCAMO: Il progetto del Centro Caritas proposto dalla Parrocchia dell’Annunziata finanziato con i fondi di “Democrazia partecipata”

Il vecchio Centro Caritas ospitato in una chiesetta che ricade nel territorio della Parrocchia Annunziata, guidata dal giovane e intraprendente parroco, don Domenico Bartolone, sarà restaurata e tornerà a funzionare e offrire un servizio di assistenza per i tanti bisognosi del paese.

Sarà possibile grazie al progetto di “Democrazia partecipata”, che è risultato il più votato dai cittadini e si è classificato al primo posto tra i cinque partecipanti. Il progetto presentato dalla parrocchia dell’Annunziata è stato finanziato con una somma che ammonta a quasi 10.000 euro.

“Durante la pandemia le esigenze di assistenza da parte di tante persone bisognose si sono fatte impellenti – dichiara don Domenico Bartolone – ed allora abbiamo pensato di riattivare il vecchio centro Caritas informando l’Arcivescovo, mons. Corrado Lorefice e gli uffici che mi hanno incoraggiato a presentare il progetto di recupero. 

Ringrazio con tutto il cuore quanti hanno creduto nella nostra iniziativa ed hanno votato il nostro progetto. Presto il Centro Caritas sarà una splendida realtà al servizio dei più deboli”.

L’edificio che già un tempo funzionava come Centro Caritas era in condizioni disastrose, con i tetti collassati e i locali da restaurare, tanto che per anni è rimasto chiuso, ma adesso tornerà nuovamente a funzionare e sarà al servizio della collettività.

Fonte: Il Pungolo di Bagheria

Ti consigliamo di visionare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.