Sfoglia il giornaleLeggi il giornale comodamente

Finanziato il progetto “La mia casa”

Buone notizie per le politiche sociali. E’ stato finanziato il progetto “La mia
casa”
a valere dell’avviso 4/2016 Pon Inclusione Azione 9.5.9 – PO I FEAD
Misura 4. Il progetto prevede la riattivazione a Bagheria del Pronto Soccorso Sociale che potrà accogliere per un breve periodo al massimo 4 persone (nucleo familiare) che si trovano fuori casa, e l’apertura di un appartamento housing first struttura di secondo livello che prevede ospitalità di massimo 4 persone singole che vivono in condizioni di estrema povertà e privi di rete familiare.

In questo caso il periodo di accoglienza sarà più prolungato. Il servizio per ogni persona che verrà presa in carico attiverà interventi specifici per il raggiungimento dell’autonomia abitativa e sociale. Il progetto prevede:

  • fornitura di beni di prima necessità;
  • dotazione di starter pack (letti, reti, materassi, armadi,
    tavoli, sedie ecc..);
  • kit casa
  • kit per l’igiene personale
  • Accoglienza, ascolto e presa in carico della persona
  • Accompagnamento e supporto nella ricerca dell’abitazione e
    consulenza legale
  • Supporto all’ingresso in appartamento e orientamento ai servizi presenti sul territorio.

I servizi saranno erogati dalla Caritas Diocesana di Palermo che ha partecipato alla gara indetta dalla Città Metropolitana di Palermo.
L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Filippo Maria Tripoli ha messo a disposizione della Città Metropolitana due immobili confiscati alla mafia, un appartamento sito in Contrada Incorvino (pronto soccorso sociale) e un appartamento in via Dante.

«Prima di ora, la gara è andata deserta in assenza di immobili a
disposizione – spiega l‘assessore alle Politiche Sociali Emanuele
Tornatore – .

E’stata importante e proficua la sinergia istituzionale tra l’assessorato con il suo servizio sociale professionale e la Città Metropolitana di Palermo. Avremo un servizio necessario a contrastare le povertà nella nostra comunità che diviene sempre più una città solidale».

Questo intervento fa parte di un’azione di contrasto alle povertà
più ampia che l’amministrazione Tripoli ha messo in campo per
rispondere ai bisogni dei concittadini più fragili. Le azioni verranno a breve presentate alla città con una conferenza stampa.

Nella foto Il sindaco Filippo Tripoli e l’assessore Emanuele Parlatore

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.