Gli ex dipendenti Coinres di Bagheria chiedono maggiore tutela

Il bando pubblicato recentemente dalla AMB spa per la selezione di 25 operatori ed un autista lascia con l’amaro in bocca gli ex dipendenti Coinres, circa 26 lavoratori che hanno prestato servizio nel Comune di Bagheria.

Sono lavoratori che per circa 5 anni hanno lavorato nel territorio per conto del Coinres e che, secondo quanto ci comunicano, hanno un accordo quadro tra Regione Sicilia e Sindacati per la loto tutela.

In una lettera questi lavoratori spiegano le loro motivazioni:

Con riferimento alla definizione delle procedure di transito del personale dagli Ambiti Territoriali Ottimali alle Società di regolamentazione rifiuti e successivamente ai soggetti gestori dei servizi di raccolta, trasporto e spazzamento, gli scriventi intendono rammentare che tali procedure devono essere espletate ai sensi della L.R. 9/2010 e ss.mm.ii. e dell’Accordo Quadro Regionale siglato tra Amministrazione Regionale, OO.SS. e Anci il 06/08/2013, rilevato che l’Accordo Quadro succitato, costituisce parte integrante e sostanziale di tutti gli atti di gara per l’affidamento dei servizi di raccolta, trasporto e spazzamento dei rifiuti, nell’ambito delle rispettive Aree di Raccolta Ottimale all’uopo costituitesi.

A tal specifico riguardo, precisiamo che il ricorso a personale non facente parte delle dotazioni organiche approvate dai rispettivi CDA sulle quali la Giunta di Governo Regionale ha espresso parere favorevole con delibera n°165 del 02/05/2016 e della quale il Presidente della Regione ha preso atto, ai sensi del comma 4 dell’art.4 dell’ O.P.S.R. N. 6/RIF del 30/06/2016, si porrebbe in palese violazione dei dettami di cui al predetto accordo, con consequenziale, grave ed irreparabile pregiudizio nei confronti dei lavoratori aventi diritto ed ulteriore accrescimento della platea di precariato già esistente.

Precisiamo altresì che le modalità di transito del personale valgono sia in caso di aggiudicazione di gare che in caso di affidamento a società di scopo di Comuni in forma singola e/o associata.

Per quanto sopra complessivamente esposto, al fine di stigmatizzare gli eventuali comportamenti irregolari e lesivi delle tutele previste dalla normativa in materia.

Gli ex lavoratori Coinres di Bagheria

Articoli correlati

Calendario raccolta differenziato anno 2024

Il calendario della raccolta rifiuti relativo al 2024 è stato reso noto dalla società che gestisce la raccolta dei rifiuti a Bagheria. Non ci sono variazioni rispetto…

L’asprense Pippo Balistreri riceve il Premio Città di Sanremo

Il direttore di palco Pippo Balistreri di Aspra è il nostro vero vincitore di questo 74esimo Festival di Sanremo. Ha ricevuto durante l’ultima serata il Premio Città…

Polizia municipale: Al via il servizio di rimozione auto abbandonate dal territorio di Bagheria

Lo scorso mese di dicembre il Comando di polizia municipale di Bagheria ha aggiudicato per la prima volta e per tre anni consecutivi il servizio del prelievo…

Lettera di un pendolare bagherese sull’aumento dei biglietti del treno

Cara Trenitalia,sono un ragazzo di Bagheria che frequenta da 3 anni l’Università degli studi di Palermo e che ogni giorno utilizza il treno per recarsi da casa…

Scelto il carrubo per il posteggio della stazione. Quaranta alberi per far diventare verde la zona

Il carrubo è un albero che ormai possiamo considerare siciliano. Bello da vedere e molto rustico, tanto da crescere tranquillamente con il nostro clima temperato. Quaranta alberi…

Centro Studi Aurora di Bagheria: Formazione Gratuita e Opportunità di Inserimento Lavorativo per Disoccupati

Il Centro Studi Aurora di Bagheria apre le porte a nuove opportunità di formazione einserimento lavorativo per i disoccupati siciliani. A partire da gennaio 2024, l’ente offrirà…

Questo articolo ha 2 commenti

  1. se questi ex. hanno dei diritti, perche non li vanno a rappresentare nelle sedi giudiziarie? a che giova solo lamentarsi tramite web?

  2. SOLO PER PRECISARE: Le procedure di “modalità transito del personale”, prorogate già diverse volte con ordinanze speciali, sono terminate il 31 marzo 2019 e sono IMPROROGABILI!!!! vedasi nota dell’Assessorato Regionale Energia e Servizi Pubblici, protocollo 13527 del 27 marzo 2019.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.