Grande successo di partecipazione e di contenuti per la 3^ Festa del Volontariato

Un successo, al di là delle aspettative degli organizzatori, sia in termini di partecipazione che di contenuti prodotti, per la 3^ Festa del Volontariato che si è svolta presso il Giardino Villa San Cataldo, dal titolo “L’associazionismo motore di crescita della Comunità”.

Organizzata dal CASB (Coordinamento delle Associazioni del comprensorio Bagherese), con il patrocinio del Comune di Bagheria e con la collaborazione del Cesvop, della Casa del Volontariato e del Centro Don Milani, la giornata ha visto alternarsi momenti di riflessione e di programmazione con gli operatori delle istituzioni, dell’associazionismo e del mondo scolastico, con momenti di svago, divertimento all’insegna della voglia del ritorno alla socializzazione dopo
2 anni di limitazioni causati dalla pandemia.

I lavori della giornata hanno visto la mattina lo svolgimento del Seminario dal titolo “Risultati raggiunti e progettualità futura frutto della collaborazione tra associazionismo, istituzioni e sistema scolastico nel comprensorio bagherese” moderato dal giornalista e segretario del CASB Michele Balistreri. Numerosi gli interventi preceduti dai saluti istituzionali del sindaco di Bagheria Filippo Tripoli che ha sottolineato l’importanza per la tenuta sociale della Comunità bagherese della presenza e dell’operato del mondo del volontariato che si è rivelato tra l’altro fondamentale nella gestione dell’emergenza covid-19, costituendo un baluardo per assicurare la necessaria assistenza alla popolazione. Mentre l’assessore ai Servizi Sociale Emanuele Tornatore ha auspicato la continuazione del proficuo rapporto di collaborazione e co-progettazione con gli attori del Terzo settore che tanti risultati utili ha prodotto attirando risorse utili alla crescita sociale della Città. Esempio lampante è il Centro sociale polivalente Don Milani che oggi – ha sottolineato Tornatore- è un presidio di legalità e di partecipazione e di impegno per le Associazioni del comprensorio bagherese. Hanno partecipato alla manifestazioen i consiglieri comunali di Bagheria Antonella Insinga, Francesco Gurrado che ha portato anche la sua testimonianza al seminario e Fabrizio Parisi.

Sui ruoli e le funzioni del CASB (Coordinamento Comprensoriale delle associazioni del Bagherese) si è soffermato il Presidente Maurizio Fascella, precisando che il CASB è un’Associazione di secondo livello che aggrega le associazioni del Terzo settore che operano nel Distretto socio sanitario D-39 costituitosi nel dicembre 2016.

“Ad oggi ben 22 Enti no-profit aderiscono al Coordinamento delle associazioni, – ha precisato Fascella – con una struttura aperta, pensata e strutturata per recepire e sviluppare le istanze e contributi che il territorio vorrà manifestare ed esprimere; un tentativo di realizzare un processo di coesione sociale e culturale partecipato e rappresentativo per valorizzare il ruolo del terzo settore nella definizione del nuovo welfare locale”.

Si sono registrati gli interventi di Angela Pergolizzi,Vice-Presidente del CASB e di Vita Barbera, entrambe componenti del Comitato di Gestione del Centro Don Milani, che hanno descritto le modalità organizzative e operative della nuova struttura, portata ad esempio in ambito nazionale come buona pratica di integrazione sociale e culturale. Hanno portato i saluti del mondo scolastico bagherese Giuseppina D’Amico, Dirigente Scolastico del “Ciro Scianna” e del Liceo Scientifico “G. D’Alessandro” e la Prof.ssa Guagliardo dell’IPSIA “Salvo D’Acquisto” di Bagheria. Presenta alla manifestazione una nutrita rappresentanza degli alunni del Liceo Classico “F.Scaduto “.

Si sono alternate le testimonianze delle responsabili e dei responsabili di alcune Associazioni operanti nel territorio: Romana Franzone dell’AISF , Antonio Tozzi di E- Bocs, Antonella Buttitta e Simona Castiglia dell’associazione Il Girasole di Casteldaccia in rappresentanza delle numerose Associazioni presenti all’iniziativa e della giovanissima Anna Neri, responsabile della comunicazione del Centro Don Milani. Ha chiuso i lavori Michele Uzzo, responsabile provinciale del CESVOP (Centro Servizi per il Volontariato di Palermo) tirando il bilancio di un quinquennio di intenso e proficuo lavoro al fianco dell’amministrazione comunale, delle associazioni e delle scuole che ha prodotto capitale sociale fondamentale per la crescita civile sociale e d anche economica del comprensorio afferente al distretto socio-sanitario D39.

Michela Uzzo – portando i saluti di Marcella Silvestre, responsabile della progettazione del CESVOP, indubbia protagonista di questa fase esaltante e produttiva della programmazione conclusa, – tra l’altro ha delineato le linee guida e le direttrici della nuova programmazione e gli obiettivi che si intendono perseguire. Tutti gli interventi hanno ribadito e sottolineato il ruolo fondamentale, insostituibile e strategico che in questi anni ha svolto il CESVOP nella costruzione dell’architettura virtuosa del welfare nel territorio.

La giornata si è conclusa nel pomeriggio, dove le associazioni hanno incontrato la cittadinanza, presentando le loro attività con gazebo, punti informazione, strutture espositive e momenti di animazione e intrattenimento per i tanti bambini accorsi accompagnati dai genitori. In definitiva una bella giornata di festa innanzitutto ma anche di confronto serio e utile tra i tanti protagonisti del vivo e dinamico tessuto sociale, culturale e istituzionale del comprensorio bagherese.

Comunicato stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.