65 CANI MICROCHIPPATI NELLA PRIMA MATTINATA

Sono 65 i cani che sono stati microchippati ieri presso gli stand organizzati dal Comune di Bagheria, in collaborazione con il servizio anagrafe canina dell’azienda Sanitaria Locale n.6 di Bagheria e l’associazione animalista di volontariato “Un atto d’amore onlus” .

«E’ un’iniziativa che si replicherà e che con piacere ho contribuito a proporre grazie alla collaborazione con ASP» – dice l’assessore con delega al Randagismo, – «devo ringraziare l’Asp, l’associazione “Un atto di amore onlus”, le associazioni di Protezione civile, il comando di polizia municipale e diverse altre persone che hanno collaborato al successo di un’iniziativa che mira a mettere in campo una serie di azioni contro il randagismo e per spingere i proprietari ad iscrivere all’anagrafe canina i propri cani».

Le richieste di iscrizione all’anagrafe canina, di microchippatura gratuita dei cani sono numerose – spiegano dall’ASP che evidenzia che l’iniziativa dovrebbe allargarsi anche ai Comuni vicini, come spiega il dottor Antonino Pecoraino, direttore del Dipartimento di prevenzione veterinario dell’Asp di Bagheria.

Innestare il microchip è semplice e sicuro: l’animale identificato con microchip se viene smarrito o rubato, può essere rintracciato facilmente grazie alle banche dati nelle quali lo stesso animale è registrato. E’ importante che il sistema di identificazione elettronica è un deterrente per chi intende liberarsi del proprio cane causando oltre a pericoli alla vita dell’animale anche alla cittadinanza per problematiche legate all’igiene pubblica, alla diffusione del randagismo e alla circolazione stradale.

«La lotta al randagismo passa anche attraverso il continuo monitoraggio e la sterilizzazione» sostengono i referenti dell’associazione di volontariato “Un atto d’amore onlus” che aggiungono anche un appello alla cittadinanza per adottare i cani abbandonati.

L’assessore Tripoli ha annunciato che l’amministrazione guidata da Filippo Tripoli incentiverà tale campagna per adottare i cani abbandonati e randagi che sono entrati nella cura del Comune con uno spazio promozionale da attivare sul sito web comunale dove si potranno vedere le foto de cani adottabili.

A piazza Levante oltre all’assessore al randagismo sono intervenuti il sindaco di Bagheria, Filippo Maria Tripoli, il presidente del Consiglio comunale, Michele Sciortino e numerosi consiglieri comunali.

Marina Mancini
ufficio stampa

Potete approfondire con i seguenti suggerimenti:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.