Trabia – Un preciso lob di Giglio decide la contesa del Gurreri di Trabia tra la locale formazione e il Bagheria.

Un risultato quello maturato sul polveroso terreno di gioco che non rende merito alla gran mole di gioco espressa dalla squadra di mr Davide De Lisi che nell’arco dell’intera gara ha dilapidato un numero elevato di palle gol vuoi per la bravura del portiere Grillo vuoi per la scarsa precisione e cattiveria sotto porta.

Mr De Lisi dopo il pareggio della scorsa settimana in quel di Sciara, rimescolava un po’ le carte cambiando vari uomini rispetto alla formazione schierata sette giorni fa con Tarantello che tornava titolare dopo qualche settimana di assenza mentre in avanti l’attacco veniva rivoluzionato con Cinà punta centrale e Biancorosso e Giglio liberi di spaziare, mentre Mazzola arretrava il suo raggio d’azione. Fin dai primi minuti di gioco il Bagheria entrava in campo deciso a fare sua l’intera posta in palio e già al 2’ andava vicinissimo al vantaggio.

Giglio e Biancorosso triangolavano in area con quest’ultimo che andava alla battuta a colpo sicuro ma non riusciva ad angolare la conclusione mettendo così il portiere Grillo nelle condizioni di respingere il tiro. Il Bagheria preme alla ricerca del vantaggio con Marino, ieri il migliore in campo, che smista palloni a destra e a manca ed in una di queste verticalizzazioni ancora Biancorosso, seppure da posizione defilata si trova a pochi metri dalla porta ma anziché cercare un compagno meglio piazzato tentava direttamente la conclusione mandando la sfera sul fondo.

Il Trabia prova a reagire ma la difesa del Bagheria non concede loro spazi lasciando di fatto inoperoso per tutto l’arco della contesa il proprio portiere. Si gioca praticamente in una sola metacampo con i locali che seppure con grande difficoltà riescono ad arginare le iniziative degli uomini di De Lisi. Alla mezz’ora è Giglio a provare la percussione centrale ma un difensore riesce all’ultimo a salvare in
angolo.

Al 35’ il vantaggio sembra cosa fatta ma ancora una volta Biancorosso a due passi dalla porta prova a piazzare la sfera alle spalle di Grillo ma finisce per lambire il palo alla destra del portiere rimasto nella circostanza praticamente immobile. Il Trabia a questo punto prova con ripetuti falli a fermare le avanzate del Bagheria e diversi suoi uomini vengono ammoniti dal direttore di gara. Si va dunque negli spogliatoi con il risultato di parità.

Nella ripresa non cambia lo spartito della gara con il Bagheria che preme alla ricerca del vantaggio e con i locali sempre più in difficoltà. Al 10’ della ripresa il Bagheria va vicinissimo al vantaggio ma la conclusione di Cinà, ieri tra i migliori, con Grillo battuto va a sbattere contro il palo interno per poi tornare in campo tra lo sconforto dello stesso attaccante e dei compagni.

La porta di Grillo pare stregata e a complicare le cose arriva anche l’espulsione per doppia ammonizione di Mazzola, ma buon per il Bagheria che nella stessa circostanza venga espulso anche Diallo. Mr De Lisi prova a rimescolare le carte facendo entrare Girgenti al posto di Biancorosso con il chiaro intento di puntare sulla velocità visto che i difensori del Trabia sembrano parecchio stanchi. Pochi minuti dopo si spezza l’incantesimo che sembrava aleggiare sulla porta dei padroni di casa.

Marino verticalizza verso Giglio che supera in velocità un avversario e sull’uscita del portiere Grillo lo infilza con un preciso lob che gonfia la rete…..il Bagheria è finalmente ma meritatamente in vantaggio. Il Trabia che fino a quel momento aveva badato solo a difendersi ora deve scoprirsi ma nonostante faccia di tutto per rendersi pericoloso dalle parti del portiere ospite Fricano non riesce a rendersi pericoloso più di tanto con il numero uno nero-azzurra che si limita all’ordinaria amministrazione.

Il Bagheria invece va molto vicino al raddoppio con Girgenti che dai 25 metri lascia partire un gran tiro che si perde appena alto sulla traversa con Grillo che non avrebbe potuto fare nulla per impedire la marcatura se solo il tiro avesse centrato la porta. Si va avanti fino al 96’ con il Bagheria che amministra il possesso della palla non concedendo spazio ai locali conquistando l’intera posta in palio che consente alla formazione dei Presidenti Monteleone e Di Stefano di mantenere la vetta solitaria della classifica con un punto di vantaggio sull’Aspra.

Dunque il Bagheria vince e almeno per tre settimane si potrà godere il primato visto che adesso il campionato si ferma per dare spazio alla Coppa di categoria che vedrà la formazione nero-azzurra affrontare tra le mura amiche l’Aspra nella gara di andata (ritorno previsto tra 7 giorni). Tornando alla gara di ieri possiamo senz’altro dire di avere visto un Bagheria più convinto dei propri mezzi rispetto a quello che 7 giorni fa aveva pareggiato a Sciara dove oltre al fondocampo in terra battuta era stato penalizzato anche dalle ridotte dimensioni del terreno di gioco.

Tuttavia con un avversario come quello di ieri queste partite andrebbero chiuse prima …non si possono sprecare tutte queste palle gol… ma ciò che conta alla fine è essere riusciti a vincere e ad incamerare altri tre punti. Unico neo dell’incontro l’espulsione di Mazzola che alla ripresa del campionato, in casa con la Masterpro, priverà la formazione nero-azzurra di uno dei suoi uomini migliori… un rosso che si poteva benissimo evitare così come quello rimediato sette giorni fa da Lima…ma ora testa alla Coppa senza montarsi la testa più di tanto!!

Giulio Galioto
Addetto Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.