Disagi nella raccolta dei rifiuti: discarica chiusa. Matranga: i nostri compattatori in fila da 24 ore

La discarica di Alcamo ha chiuso i cancelli in attesa che la Regione siciliana rilasci le autorizzazioni e i paesi della Provincia di Palermo vanno in tilt.

Bagheria non ha potuto raccogliere l’indifferenziata in programma per lunedi e nelle strade qualche sacchetto è rimasto. Gli autocompattatori sono in fila da ieri in attesa di potere scaricare. Nel frattempo gli operatori continuano con la differenziata.

Una situazione che pone problemi alla raccolta dei rifiuti perchè impedisce ai mezzi di completare il ciclo. Se gli autocompattatori rimangono pieni di indifferenziata ci saranno difficoltà nella raccolta di carta e cartone e della plastica.

Il sistema dei rifiuti a livello regionale è fermo a tanti anni fa. Le discariche sono esaurite e continuano a fare entrare migliaia di tonnellate di rifiuti con un rischio ambientale altissimo. L’impiantistica della raccolta differenziata fa molta fatica ad accogliere quanto raccolto dai comuni. Basti pensare all’umido che costa oltre 200 euro a tonnellata ai comuni siciliani.

La politica regionale negli ultimi anni ha dichiarato di intervenire nel settore dei rifiuti per migliorarlo, ma questo impegno non si è mai trasformato in fatti.

La raccolta dei rifiuti non si può basare sulle discariche con i loro enormi problemi di inquinamento delle falde freatiche e ambientale, inoltre devono essere ampliati notevolmente gli impianti di recupero della frazione differenziabile. Rimaniamo in attesa che la Regione si svegli, intanto i rifiuti rimangono a terra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.