L’artista ficarazzese Monica Vitellaro stacca il biglietto e vola alla Biennale Internazionale dell’Etruria B.I.E.

Già proprio così dopo la splendida esposizione ed il grande successo di Monica Vitellaro, dei giorni scorsi in occasione della presentazione del libro “Amuri” di Catena Fiorello, domani 3 Settembre, Monica esporrà “I MORI” nella prestigiosa villa della Rinchiostra Pamphili a Massa durante l’inaugurazione della internazionale “LA LUNIGIANA E LA SUA ANIMA ETRUSCA”.
La Biennale Internazionale dell’Etruria B.I.E., organizzata dal presidente Quirino Martellini, avrà due sezioni espositive dal titolo” La bellezza come nutrimento dell’anima “.

Patnership dell’evento BIENNALE INTENAZIONALE SICILY – TRINACRIA rappresentata dal suo Presidente dottoressa Chiara FICI.
La prima sezione verrà inaugurata domani alle ore 17,00, la seconda invece verrà inaugurata il 18 prossimo sempre alle ore 17,00.
La nostra bravissima artista Monica farà parte della prima sezione nella cui esporrà una doppia tela “I MORI”.

“La Lunigiana e la sua anima etrusca” è una manifestazione di carattere internazionale che comprende contestualmente due tipologie di eventi culturali: 1) una mostra collettiva, dal titolo “La Bellezza come nutrimento dell’Anima“, costituita da una settantina di artisti, un terzo dei quali provenienti da Paesi esteri come Africa, Cuba, Colombia, Iran, Russia, Spagna, Venezuela e tanti altri paesi.
Il Presidente della Biennale Internazionale dell’Etruria (B.I.E.), Quirino Martellini ha affermato, stralcio della sua intervista:
“quello raggiunto è solo un’altro importante traguardo nella nostra affannosa, talvolta “disperata” corsa verso il desiderio di Bellezza in ogni sua forma; ed ancora: “a tutti gli artisti partecipanti, che non ringrazierò mai abbastanza per aver donato alla mia vita professionale grandi soddisfazioni e a me stesso un nuovo senso della via”.

Tra le novità di rilievo della manifestazione vi è la collaborazione con la prestigiosa Biennale internazionale Sicily Trinacria che è partner ufficiale di B.I.E. Chiara Fici, la quale ha volentieri accettato di partecipare all’evento di Massa con artisti di notevole spessore, provenienti da molteplici città della Sicilia e da altre parti d’Italia, tra cui la nostra Monica Vitellaro.

Nell’ambito della manifestazione verrà anche organizzata, con la Biennale Internazionale Sicily Trinacria, la Prima Edizione del Premio Letterario Internazionale “IL CAMMIN DI NOSTRA VITA…”, evento celebrativo per i 700 anni dalla morte del Sommo Poeta Dante e “Premio alla carriera” ad artisti che si sono distinti per speciali meriti e che saranno premiati il 25 e 26 settembre prossimi.

A riguardo pubblichiamo parte dell’intervista rilasciata dalla dottoressa Chiara Fici per Globus Magazine curata da Enzo Stroscio:
“La pittura è una poesia che si vede” ha scritto Leonardo Da Vinci. Nelle suggestive tele, nei libri che saranno presentati, si potrà cogliere l’anima di ogni artista. Le pennellate di delicate nuance, rivelazioni generatrici di un’ energia che porta sempre ad affrontare la vita attraverso una profonda riflessione di forme esistenziali che si proiettano nell’ espressività di ogni artista e nelle loro opere che potrete ammirare a Villa Della Rinchiostra.

Con tecniche diverse sono riusciti a comporre tratti pittorici e fotografici ricchi di spunti emozionanti, traduzioni di molteplici sensibilità artistiche e di pensieri “vivi” che spaziano in differenti realizzazioni pittoriche e foto dove persiste la manifestazioni di varie culture, stili e soggetti dominati tutti da una luce straordinaria. E’ fin troppo facile rendersi conto del fremito di rinnovamento attualmente in corso in ogni attività umana. Nella pittura, nella poesia, nell’arte in generale è sempre esistito un dualismo fra il momento innovativo e progressivo, che possiamo chiamare “d’avanguardia” e il momento conservativo, che possiamo chiamare “tradizione” o “accademia”. Naturalmente i due momenti non sono in astratto né positivi né negativi; non necessariamente un’arte d’avanguardia dev’essere “superiore” ad una di “tradizione” e viceversa.

Se un’opera d’arte non è compresa non è arte: compresa non vuol dire facile, ma comprensibile, cioè in linea e sviluppo logico con l’arte precedente. Ecco che possiamo concludere dicendo che la vera arte è sempre innovatrice ma non può non essere se non l’ultimo anello di una catena infinita che, si voglia o non si voglia, è quella della tradizione. La natura “suggerisce” il tema all’artista ma è il sentimento individuale quello che completa l’opera. In tal senso possiamo affermare che il “filo conduttore” che pervade ogni opera pittorica, ogni poesia, ogni foto, ogni libro creato dalla mente di scrittori e pittori e fotografi che saranno premiati, presenti a VILLA DELLA RINCHIOSTRA PAMPHILI, hanno in comune il sentimento della commozione; quel “pathos” che inizia da dentro e termina in una lacrima. Abbiamo bisogno, oggi più di ieri, di “respirare” BELLEZZA! Grazie a tutti i 85 artisti che con la loro arte rendono il mondo più bello”.

“La Lunigiana e la sua anima etrusca” gode dei patrocini istituzionali del Comune di Massa, della Regione Toscana, della Regione Sicilia, del Comune di Palermo e dei patrocini privati di: Ass. “Carrara a cielo aperto“, Ass. “Castello Danza“, Progetto “Cultureeing“, “Lombardi nel mondo“, Aiapi, Unesco Official Partner. Altri autorevoli partner sono: “Antica Filanda De Rosa“, “Ficarazzi Oggi” e l’Associazione internazionale “MISS CHEF“.

la locandina dell’evento

In foto di prima pagina l’artista Vitellaro Monica e il blogger Mimmo Bessone di Ficarazzi Oggi

Potete approfondire con i seguenti suggerimenti:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.