Risolta la crisi della Giunta… con soddisfazione di tutti!

Dopo un lungo confronto fra le parti interessate: il Sindaco in primis, e le forze politiche che formano la Maggioranza che
sostiene la sua Sindacatura, si è pervenuti alla soluzione. Quella che in un primo momento il Sindaco definì l’azzeramento
della Giunta comunale per fare il punto della situazione e rilanciare l’azione governativa con rinnovato spirito e rinnovato
impegno, si rivelò, in effetti, dopo le prime verifiche, una vera e propria trappola nella quale si poteva rimanere impantanati, senza possibilità di venirne a capo.

Tutti abbiamo assistito alla lenta evoluzione della vicenda senza sapere nulla di quello che effettivamente stava accadendo.
Fra stop and go, comunque, si è andati avanti. Nel massimo silenzio di tutte le parti in causa. Alle quali rifacciamo il nostro appunto: l’opinione pubblica ha il diritto di sapere e di conoscere la dinamiche che animano l’azione dei protagonisti
della vita politica della Città.

Noi ci siamo affidati alla nostra esperienza e alla nostra capacità di leggere i gesti e i silenzi dei soggetti protagonisti della vicenda, per dare ai nostri lettori e ai nostri concittadini una chiave di lettura, la più verosimile e aderente alla realtà, di quanto stava accadendo nelle segrete stanze della Politica cittadina. Bisogna dire ancora che nulla trapelato dalla bocche cucite degli interessati. Tutta la vicenda si svolta nel massimo del riserbo, nella massima aderenza agli usi e ai costumi della nostra tradizione popolare. Tutti omini ri panza!

L’unica certezza la definizione della crisi che si conclusa con l’allargamento della Giunta Comunale, che passa da sei componenti a sette, con l’assunzione di un nuovo Assessore, Giuseppe Tripoli, al quale il Sindaco ha conferito tre deleghe molto importanti: la Polizia Municipale, il randagismo animale e il Servizio Raccolta Rifiuti. La rotazione di altre deleghe ha coinvolto altri Assessori. Non è dato sapere, al momento, se la soluzione alla quale si è pervenuti ha penalizzato qualcuno.

Lo sapremo nei prossimi giorni o nei prossimi mesi. C’è da dire, comunque, che non sembrano esserci strascichi che possano ostacolare la ripartenza. Risolta, dunque, la crisi della Giunta comunale, che si trascinata per tre settimane. In modo, direi, molto pacifico, da quello che traspare, e in modo elegante e indolore, come nello stile del Sindaco. Tutti felici, tutti contenti, tutti soddisfatti? Questo non lo possiamo dire, perchè nessuno risponde alla domande che puoi fare. Solo risposte di prassi e scontate, all’unisono. Il modello di risposta alla domanda di un cronista la potete leggere in altra parte del Giornale da parte del neo Assessore Giuseppe Tripoli.

Alla fine della vicenda non resta dire che: Tutto bene, quel che finisce bene! Il Sindaco e la nuova Giunta con rinnovato impegno, come loro stessi hanno manifestato, si rimetteranno al lavoro e proseguiranno ad affrontare i problemi che
travagliano la nostra Comunità. Problemi che non sono pochi, né di facile soluzione, soprattutto perché una delle insidie più pericolose e nelle stesso tempo più sotterranee, sono i comportamenti dei Baaioti riguardo alla tutela del bene comune. Per quanto riguarda gli impegni degli Assessori confermati, ci aspettiamo che venga ancor più intrapresa la strada dell’efficientamento e della innovazione. Per continuare a dare le risposte che i Cittadini aspettano.

Per quanto riguarda il nuovo Assessore, Giuseppe Tripoli, al quale sono state affidate due branche importanti che attengono alla qualità della vita dei Cittadini, non possiamo non auspicare che Egli si muoverà sulla linea dei predecessori.
Il particolare per quanto riguarda la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti urbani, che negli ultimi tempi ha segnato un vero e proprio miracolo di efficienza. Ci sono ancora delle zone d’ombra nelle periferie, ma con qualche iniziativa opportuna e decisa si può migliorare. L’azione opportuna e decisa potrebbe essere esercitata dalla Polizia Municipale che è pure alle dipendenze del nuovo Assessore. Per concludere vogliamo segnalare che presto la Polizia Municipale si insedierà nella nuova Sede in via Papa Giovanni XXIII, alla quale aspirava da tempo a trasferirsi, dopo un lungo divagare in sedi non idonee e non all’altezza dei compiti istituzionali del Corpo di Polizia.

Domenico Aiello

Potete approfondire con i seguenti suggerimenti:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.