Sfoglia on lineLeggi il Settimanale comodamente.

Tornano le “Iene” in città. La troupe di Mediaset irrompe nell’abitazione occupata ma viene cacciata

La vicenda ha inizio nello scorso mese di aprile quando Eugenia, che da qualche mese si è trasferita a Palermo, torna a Bagheria nell’abitazione dove ha vissuto con i suoi genitori per tutta la vita e la trova piena di gente che non conosce.

Approfittando del suo periodo di assenza alcune famiglie sono riuscite a impossessarsi della sua casa e di quella dei familiari da tempo emigrati in America. Al danno si è poi aggiunta la beffa: Eugenia Valenti, 27 anni,
ha infatti scoperto che gli occupanti avevano buttato dalla finestra le sue foto, i documenti, i vestiti: in una parola tutti i suoi ricordi.

“Da ottobre mi sono praticamente trasferita a Palermo per vivere col mio nuovo compagno – ha spiegato Eugenia – ma ho lasciato a casa tutto ciò che è mio e dei miei figli. Come farebbe chiunque per uscire a fare la spesa, per una vacanza o altro.

Sono tornata e ho visto che avevano buttato fuori dalla finestra gli ultimi dieci anni della mia vita. Sono le case anche dei miei zii emigrati in America” Stando a quanto sostiene la 27enne, gli occupanti sono entrati in casa sostenendo che si trattasse di immobile confiscati alla mafia o che fossero stati pignorati dalla banca.

“Ma nulla di tutto ciò è vero”, racconta Eugenia. “Sono case mie
e dei miei zii che vivono da anni negli Usa”. La ragazza, vista “l’impossibilità istituzionale” a riavere quello che è suo, dopo qualche giorno si è rivolta alla redazione delle “Iene” ed una troupe è giunta la scorsa settimana in città.

Inizialmente, una volta giunti davanti al cancello, sembrava che la
casa fosse deserta ed Eugenia, conoscendo perfettamente casa
sua, è entrata attraverso un varco nella recinzione. Sulla veranda ha notato un cumulo di mobili e materiale vario accatastato in cui, rovistando, ha
ritrovato foto ed oggetti suoi personali.

Molte le foto ed i giocattoli dei suoi due bambini, in parte strappate e danneggiati. Sempre seguita dalle telecamere ha continuato a controllare
l’esterno dell’abitazione.

Le serrature erano state sostituite ed alla fine assieme alla conduttrice del programma ha deciso di entrare attraverso una finestra che la stessa Eugenia aveva indicato come apribile con una certa facilità.
Una volta dentro si sono resi conto che mancava l’energia elettrica ed una bambina dormiva sotto una coperta sul divano. Dopo qualche minuto è
apparso un ragazzino e poi dall’esterno sono arrivati i genitori che non hanno gradito “l’intrusione” dei proprietari dell’abitazione.

La giornalista inizialmente si è rivolta agli occupanti in maniera
abbastanza pacata e, rivolgendo domande al capofamiglia ha ricevuto per risposta che loro non sono ladri e che non hanno rubato niente. “Ho sei figli dei quali uno in galera – affermava il signore sempre più infastidito
– prima vivevamo in una casa in affitto, poi ho perso il lavoro, così abbiamo occupato la villa.

Abbiamo trovato il cancello aperto e tutto rotto e l’abbiamo occupata”.
Subito dopo gli animi si sono infiammati e dopo qualche istante
la situazione è via via degenerata fino a quando Eugenia e la
troupe de Le Iene sono state cacciata via in malo modo.

Michele Manna

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.