Tra Perseidi e Giganti gassosi: spettacolo nel cielo di agosto

Torna la magia del cielo d’agosto: ogni anno, come di consueto, si ripete lo spettacolo delle stelle cadenti, ma quest’anno le sere d’estate saranno accompagnate anche dai pianeti Giove e Saturno, che ci terranno compagnia durante la nostra caccia alle Perseidi.

I due giganti gassosi faranno il loro ingresso da sud-est già nella prima parte della serata, rendendosi dunque osservabili in comodi orari.
Sarà dunque un cielo quello di agosto che ci regalerà tanti oggetti da osservare, anche se quello più particolare rimane lo sciame delle Perseidi.

E mi piace la notte ascoltare le stelle. Sono come cinquecento milioni di sonagli.

Antoine De Saint-Exupéry

Dal periodo che va dalla fine di luglio al 12/13 agosto si genera uno sciame di meteore con una cadenza di circa 100 scie luminose ogni ora, osservabili da un luogo abbastanza buio, anche se non è raro individuarne qualcuna anche dai centri abitati.
A dare origine a questo sciame è la cometa Swift-Tuttle, il cui ultimo passaggio al perielio è avvenuto nel 1992; le meteore che noi possiamo ammirare durante questo periodo sono le particelle rilasciate durante le orbite passate della cometa.
Come tutti gli altri sciami, anche le meteore di agosto hanno un radiante, un punto nel cielo dal quale le stelle cadenti sembrano originarsi, e in cui il fenomeno sarà più intenso: in questo caso il radiante è la costellazione di Perseo da cui lo sciame prende il nome, ovvero Perseidi.

E’ bene non soffermarsi solo sul settore di cielo da cui si irradiano le meteore, poiché il fenomeno è molto più diffuso, ma qualora voleste individuare il radiante vi consigliamo di guardare ad est, cercare l’inconfondibile costellazione di Cassiopea con la sua eloquente forma di W e nei pressi troverete anche Perseo.

Convenzionalmente si colloca lo sciame delle Perseidi nella notte di San Lorenzo, il 10 agosto, quando è tradizione di molti rimanere in spiaggia o in montagna a contare le scie luminose, sdraiati sotto a un cielo colmo di astri brillanti.
Proprio per la suddetta data, non è raro sentir definire il fenomeno come “lacrime di San Lorenzo”.
In realtà, scientificamente parlando, il fenomeno ha il suo picco massimo nella notte tra il 12 e il 13 agosto, quando le meteore si manifestano in un numero più cospicuo.

Tra tutti gli sciami meteorici quello delle Perseidi è sicuramente il più atteso e il più conosciuto, poichè si verifica in piena estate e con la complicità delle lunghe serate all’aperto, permette a tutti di essere ammirato; inoltre per poter assistere allo spettacolo celeste non c’è bisogno dell’impiego di costose attrezzature e nemmeno di particolari accorgimenti di cui tener conto se non quello di recarsi in luogo lontano dall’inquinamento luminoso e abituare per qualche minuto gli occhi al buio.

Quindi, per una sera, mettete da parte smartphone e fonti luminose e lasciatevi incantare dalla bellezza del cielo notturno; rimarrete piacevolmente sorpresi da quelle piccole ed evanescenti scie luminose che solcano la volta celeste. Attendete la vostra stella e ricordatevi di esprimere un desiderio!

Articolo di: Teresa Molinaro

https://www.teresamolinaro.it



Potete approfondire con i seguenti suggerimenti:

Articoli correlati

AUGURI! …IL RISCHIO DI ESSERE BANALE!

Natale per tanti ha un sapore particolare! Gioia, condivisione, momenti di riflessione ma anche tanta malinconia! Ma il regalo più bello che chiedo ed è difficile avere…

Centro Studi Aurora di Bagheria: Formazione Gratuita e Opportunità di Inserimento Lavorativo per Disoccupati

Il Centro Studi Aurora di Bagheria apre le porte a nuove opportunità di formazione einserimento lavorativo per i disoccupati siciliani. A partire da gennaio 2024, l’ente offrirà…

La rivoluzione digitale: come la digitalizzazione sta riplasmando il mondo

La digitalizzazione è un processo rivoluzionario che segna il passaggio dal classico al moderno, dalla carta al digitale, dalla disconnessione alla rete globale. In questo scenario, la…

New York… Columbus Day 2023, due ficarazzoti a New York, tra grattacieli e carretti

chi lo doveva dire che a 70 anni suonati Pino u Russu e Matteo Castiglione dovevano andare a finire dalla Badia sotto la Statua della Libertà? Eh…

Al Frantoio del Cavaliere comincia la stagione della molitura delle olive

Nelle “binse”, cosi si chiamano i contenitori che portano le olive, possiamo trovare le prime olive raccolte nella stagione 2023. All’interno ci possono essere olive della varietà…

Ottobrata Zafferanese con “I Viaggi di Ulisse”

Una scommessa sul turismo è quella lanciata dai giovani coniugi Tiziana e Alfonso che hanno aperto una nuova agenzia di viaggi a Bagheria. Non una semplice agenzia,…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.