Non sarebbe stato un rapporto sereno quello tra Roberta e Pietro. Per l’omicidio avrebbero preso parte alcuni complici

Il rapporto tra Roberta Siragusa e Pietro Morreale, i due fidanzati di Caccamo, rispettivamente di 17 e 19 anni, sarebbe stato tormentato, costellato da ripicche, tradimenti e anche botte.

La ragazza domenica scorsa è stata trovata senza vita con il corpo parzialmente bruciato, in un burrone alle pendici del Monte San Calogero.

E dall’attività degli inquirenti che stanno indagando sull’omicidio, emergerebbe che il ragazzo potrebbe avere avuto dei complici durante l’azione criminale.

Intanto i funerali della ragazza si dovrebbero svolgere nella chiesa dell’Annunziata, presieduti dall’arcivescovo, mons. Corrado Lorefice, come ha fatto sapere il parroco, don Domenico Bartolone che conosceva entrambi i ragazzi per averli avuti come alunni al liceo socio – pedagogico di Termini Imerese.

Pino Grasso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.