Un uomo privo di conoscenza riverso sul marciapiede, a pochi metri siringa e accendino tra le aiuole in via Parisi. A Bagheria non è più il tempo ne delle chiacchiere ne delle passerelle e delle foto.

L’uomo dell’apparente età di 40 anni è rimasto completamente assente fino all’arrivo dell’ambulanza. Una scena di un degrado umano che pone davvero il faro su una realtà, sempre più sconcertante che al di là delle pretestuose narrazioni, declina in tanti modi la realtà del disagio a Bagheria.

L’abbandono nella postura di uomo riverso sul marciapiedi di via Parisi, poco distante dal retro del centro commerciale, ha richiamato, intorno alle 12:30, l’attenzione dei passanti che hanno immediatamente avvertito le forze dell’ordine. Giunti sul posto gli uomini del commissariato di Bagheria, hanno verificato che l’uomo era vivo ma assolutamente incosciente e hanno allertato i sanitari del 118.

il malcapitato, infatti non dava segni di ripresa ed è rimasto in quello stato fino all’arrivo dei primi soccorsi, che hanno constatato la presenza di una ferita lacero contusa al capo, verosimilmente intervenuta nella caduta per l’urto contro il muro. Il trauma, può avere contribuito allo stato confusionale, tale da non riuscire a riferire il proprio nome. Ma l’odore di alcol e i segni su polsi e gambe fanno immaginare ben altre problematiche.

Ad una ventina di metri nello stesso marciapiede infatti, alcuni passanti rimasti sul posto, hanno rinvenuto il necessario per iniettarsi sostanze stupefacenti.

Diventa molto plausibile allora una prima ricostruzione in cui l’uomo, che le forze dell’ordine pare abbiano identificato e di cui non risulterebbe denunciato allontanamento o scompara, alla fine di una lunga notte brava, abbia fatto uso di sostanze stupefacenti lì sul luogo e poi allontanatosi poco dopo, per pochi metri, sulle sue gambe, abbia perso conoscenza cadendo rovinosamente a terra e procurandosi la ferita alla testa. Il tutto non molto tempo prima del ritrovamento.

L’individuo, di cui, al momento, non sono state rese note le generalità, doveva in un primo momento essere trasferito al Buccheri La Ferla, ma è stato prima visitato al Punto di Emergenza Territoriale di Bagheria per esigenze di procedura e perché continuava a perdere conoscenza. PTE raggiunto con non poche difficoltà, a causa del solito incivile di turno, in divieto di sosta, che ha bloccato l’accesso all’ambulanza, ormai una piaga della zona.

La vicenda assume connotati tragici quando i paramedici riferiscono che alla richiesta di identificazione durante il tragitto per verificarne la lucidità, il quarantenne avrebbe riferito di chiamarsi “Circondato”.

Quest’ultima circostanza deve giungerci come sirena di allarme che deve smettere di suonare, solo quando, in questa città, novella Gotham siciliana, si comincerà ad affrontare i problemi per risolverli davvero o iniziare a farlo.

C’è un disagio sociale e umano in un uomo semi incosciente, sotto il probabile effetto di una qualche sostanza stupefacente, che dichiara di chiamarsi “Circondato”, che farebbe saltare dalla poltrone chiunque, tranne le nostre istituzioni locali, che si inventerebbero di tutto pur di NON FARE qualcosa che li costringa a prendere posizione, tranne che per i sodali, che in un modo o nell’altro, vengono sempre garantiti.

Ignazio Soresi

Puoi leggere la storia di questo uomo al seguente link

https://www.bagheriainfo.it/sito/2022/12/22/la-vera-storia-di-circondato/?fbclid=IwAR2d7u8Ll3Dk5UsIuYg7ZjwaopGCkBAlXcAUO9yCQWk0QCSCuPn5OTfGmgs

Leggi sul “Bagheriainfo.it”


Potete approfondire con i seguenti suggerimenti:

Leggi sul “Bagheriainfo.it”


Potete approfondire con i seguenti suggerimenti:

Articoli correlati

I compagni del Liceo Artistico ricordano Kevin Barreca

Il giovane Kevin Barreca morto per la furia omicida del padre, insieme al fratellino di 5 anni e alla madre Antonella, è stato ricordato questa mattina al…

Trovato il corpo di Antonella Salomone. Il marito voleva liberare la casa dal demonio.

Non ci è voluto molto per ritrovare il corpo carbonizzato di Antonella Salomone, la moglie di Giovanni Barreca, che era stato occultato in una cumulo di terra…

Tragedia ad Altavilla Milicia. Uccide la moglie e due figli. Salva la terza

Uccide nella notte la moglie e due figli, la terza riesce a salvarsi. E’ successo questa notte, intorno alle 3, ad Altavilla Milicia dove un uomo di…

Divelta la sbarra del passaggio a livello. Intervengono i carabinieri

Una sbarra del passaggio al livello di Bagheria è stata divelta. Una pattuglia dei carabinieri di passaggio è intervenuta per evitare che gli automobilisti potessero passare. Il…

Un donna dorme in macchina, si muove la macchina della solidarietà

Maria è una donna di mezza età che vive in auto davanti la Chiesa di San Pietro in Via Mattarella. Durante il giorno fa la posteggiatrice e…

Cambio al vertice della Caritas Cittadina

Lascia l’incarico di direttrice della Caritas Cittadina, Mimma Cinà, dopo sei anni di intenso volontariato. I suoi collaboratori l’hanno salutata durante una festa organizzata per l’occasione. Il…

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.