Logo

Per comunicare con noi. Cell. 330965834 e-mail: bagheriainfo@libero.it
  Notizie     
 
Link Utili
Vivi la città
Farmacie di turno
Turni festivi benzinai
Treni da/per Bagheria
Orario Bus Urbani
Sale cinematografiche
Numeri Utili
Annunci Immobliari
Annunci Privati
Cerco Lavoro
Offro Lavoro
Previsioni del Tempo
Ingresso Ville
Trattorie
Agenzie di Viaggio
Alberghi
Archivio Settimanale
 
Mafia
Inserito il 18 dicembre 2008 alle 10:08:00 da Redazione. IT - Cronaca

Arrestato boss Sandro Capizzi: voleva uccidere Pino Scaduto

di Viviana Lamesta

Secondo il pentito Andrea Bonaccorso, il rampollo di Cosa Nostra avrebbe incontrato più volte Sandro Lo Piccolo a cui avrebbe chiesto l'autorizzazione di assassinare il capomafia di Bagheria Giuseppe Scaduto finito in manette due giorni fa.


Si allarga l'indagine che ha portato all'arresto di decine di persone fra capi mandamenti e gregari di Cosa Nostra. Ieri pomeriggio gli agenti della Mobile di Palermo hanno fermato alla periferia della città il boss latitante Sandro Capizzi sfuggito alla cattura martedì scorso e anche un altro ricercato, Salvatore Freschi. Si nascondevano a casa di una anziana vedova, nella zona di Bonagia. Sandro Capizzi, 27 anni, è reggente del mandamento mafioso di Villagrazia e figlio del capomafia Benedetto Capizzi; Salvatore Freschi, 32 anni, è il luogotenente del boss. Fermati dalla polizia, erano ricercati dopo che erano riusciti a sfuggire al maxi blitz dell'Arma che ha portato in cella complessivamente 89 persone. La polizia è riuscita ad arrivare ai due seguendo il nipote della donna, amico di Capizzi. L'anziana, che al momento dell'irruzione degli agenti non era in casa, un appartamento al piano terra di un palazzo, è indagata per favoreggiamento. Quando gli agenti della sezione catturandi della Mobile hanno fatto irruzione nell'appartamento, dopo averlo circondato, i due latitanti non hanno opposto resistenza. Nella casa non sarebbero state trovate armi. Sandro Capizzi, come si diceva, è figlio del capomafia di Villagrazia, Benedetto, sostenitore - come è emerso dall'inchiesta condotta dai carabinieri - della ricostituzione della commissione provinciale di Cosa nostra, di cui si era candidato alla guida. Freschi, factotum di Capizzi, lo aveva aiutato ad organizzare i summit in cui i capi mandamento decidevano le strategie della nuova mafia."I mafiosi fermati ieri sono certamente personaggi di spessore criminale rilevante". Lo ha detto il questore di Palermo, Alessandro Marangoni, commentando l'operazione. Gli investigatori hanno registrato numerosi colloqui tra il giovane ed il padre , finito in manette due giorni fa. Secondo il pentito Andrea Bonaccorso, il rampollo di Cosa Nostra avrebbe incontrato più volte Sandro Lo Piccolo a cui avrebbe chiesto l'autorizzazione di assassinare il capomafia di Bagheria Giuseppe Scaduto anche lui finito in manette due giorni fa. Scaduto aveva manifestato l'intenzione di volere fare fuori uno dei Capizzi per vendicare l'uccisione di un nipote, ma il piano fu poi accantonato in vista del progetto di ricostituzione delle cosche. Salvatore Freschi , uomo di fiducia di Sandro Capizzi al quale faceva anche da autista, avrebbe avuto anche un ruolo di primo piano nella gestione di un traffico di droga con il Brasile, in più avrebbe accompagnato diverse volte Sandro Capizzi in summit di mafia. Intanto emergono nuovi particolari sulle motivazioni che avrebbero spinto il boss Gaetano Lo Presti a suicidarsi nella propria cella a poche ore dal suo arresto, Lo Presti secondo gli inquirenti, così emergerebbe da alcune intercettazioni telefoniche, finse un' alleanza con il figlio più piccolo di Totò Riina; voleva fare intendere che i corleonesi erano dalla sua parte, per contrastare l'ascesa di Benedetto Capizzi a capo della commissione provinciale. Riina junior non doveva però essere mai messo in mezzo, così ha sempre voluto Ninetta Bagarella e così aveva voluto anche Totò Riina. Le parole azzardate di Lo Presti sono però finite nelle intercettazioni; lo stesso, scoprendo dopo l'arresto che quanto detto era già messe nero su bianco, ha forse intuito che oltre a lui c'era anche in pericolo la sua famiglia e così ha deciso di farla finita



Condividi su Facebook


Letto : 6476 | Torna indietro
 
On LIne
Il Settimanale di Bagheria da leggere on line

Il mensile di Villabate da leggere on line

Il mensile di Villabate da leggere on line
Bagheria Casa
Bagheria Casa - Settimanale di annunci economici ed immobiliari



Il Ricettario bagherese

Le farmacie di turno a Bagheria

I Benzinai di turno a Bagheria

Informazioni turistiche Madonie Coupon Sposi Sicilia
Eventi
<
Settembre
>
L M M G V S D
-- -- 01 02 03 04 05
06 07 08 09 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 -- -- --

Questa settimana
 
 Copyright © 2007 Pubblimanna - powered by RGMediaWeb 
Contattami
Realizzato con ASP-Nuke 2.0.7
Questa pagina è stata eseguita in 20,19531secondi.
Versione stampabile Versione stampabile