Logo

Per comunicare con noi. Cell. 330965834 e-mail: bagheriainfo@libero.it
  Notizie     
 
Link Utili
Vivi la città
Farmacie di turno
Turni festivi benzinai
Treni da/per Bagheria
Orario Bus Urbani
Sale cinematografiche
Numeri Utili
Annunci Immobliari
Annunci Privati
Cerco Lavoro
Offro Lavoro
Previsioni del Tempo
Ingresso Ville
Trattorie
Agenzie di Viaggio
Alberghi
Archivio Settimanale
 
Intervista
Inserito il 01 settembre 2008 alle 18:15:00 da Redazione. IT - Politica

La mia opposizione per il bene di Bagheria

Intervista di Marco Morana al consigliere Giuseppe Tripoli

Uno dei più giovani in seno al Consiglio comunale, eletto fra le fila di “Un progetto per Bagheria”, Giuseppe Tripoli fa ora parte di una lista civica. Finanziere di professione, si è lasciato prendere dalla passione per la politica.

Aria sorniona, entusiasta della sua prima esperienza politica, Tripoli durante i lavori del Consiglio dimostra un vivo interesse per gli argomenti all’ordine del giorno. Sarà perché, alla sua prima esperienza, vuole imparare a barcamenarsi fra gli strani ingranaggi della politica senza sbagliare, con la stampa soppesa molto le parole dando l’impressione di un’eccessiva diplomazia. Gli abbiamo chiesto di tracciare un bilancio dei suoi primi due anni fra i banchi del Consiglio comunale. 


«La mia prima esperienza è tutta passione, apprendistato, studio. Non è stato facile inserirsi nel contesto del Consiglio. Poi grazie all’esperienza dei colleghi più anziani sono riuscito a trovarmi a mio agio».

Una sua impressione sui primi due anni di amministrazione Sciortino?

«È un’amministrazione che ha avuto molte difficoltà: vuoi per i numeri risicati della maggioranza che ha undici consiglieri, vuoi per la questione rifiuti che ci portiamo dietro dall’inizio della consiliatura. È un problema che ritorna mensilmente e per il quale non si vede la luce alla fine del tunnel. Per il resto c’è stata l’approvazione del progetto di rifacimento di Corso Umberto che noi della lista civica all’inzio avevamo osteggiato ritenendo opportuna la creazione di nuovi parcheggi e l’allargamento della carreggiata. Abbiamo avuto dunque un ruolo di primo piano all’interno del Consiglio».

 Cosa ne pensa della paventata ipotesi della chiusura la traffico di Corso Umberto?

«Ho sentito il sindaco su quest’argomento. Credo che sarebbbe più opportuno chiudere il Corso al traffico soltanto il sabato e la domenica. Mi sono accorto che, nonostante la polvere e i disagi creati dai lavori, il corso chiuso si riempe di gente. Quindi l’idea in sé non è male, ma andrebbe limitata al fine settimana previo accordo con le associazioni di categoria dei commercianti».

Però,vede, adesso il traffico veicolare è spostato nelle vie Truden, Baiardi, Signorelli, per intenderci la zona del centro storico. Nelle ore di punta si fa fatica anche a respirare...

«È un problema che deve risolvere l’amministrazione. C’è già un consulente, il professor Tesorieri che è un luminare in tema di traffico. Bisogna studiare una soluzione che sia idonea a indirizzare il traffico se possibile nelle stradine o in altre vie senza creare ingorghi nel corso principale».

Cosa le è piaciuto dell’amministrazione Sciortino?

«Per carattere vado d’accordo con tutti. Devo dire che ho trovato molta disponibilità fra gli assessori e con il sindaco e, pur non condividendo le sue idee politiche, ho condiviso alcune volte il suo percorso, votando a favore degli atti che ritenevo giusti».

Quali suggerimenti darebbe al sindaco in questo momento in cui Bagheria attraversa, come il resto del paese, una non facile crisi economica?

«La bacchetta magica non ce l’ha nessuno. Io porrei all’attenzione alla provincia e alla regione in modo particolare il problema Coinres. Farei in modo di sviluppare il turismo-ville. Darei un input decisivo alla realizzazione della barriera frangiflutti ad Aspra e proprio ad Aspra farei in modo di incrementare il turismo. Aspra può rappresentare un’ottima risorsa. Darei molto spazio alle politiche per i giovani».

In particolare cosa farebbe per i giovani?

«Creerei dei centri d’incontro per lo scambio di idee politiche e culturali. Luoghi dove i giovani si incontrano e dove si sviluppano le menti creative».

Se domani in aula si mettesse ai voti la fiducia al sindaco voterebbe a favore o contro?

«Giudicare un’amministrazione dopo soli due anni non sarebbe da seria opposizione. Sciortino ha vinto il ballottaggio e ha il diritto di dirigere l’amministrazione per cinque anni. Saranno i cittadini a giudicare se merita una promozione o una bocciatura. Per quello che mi riguarda posso dire che la mia è stata un’opposizione non intransigente ma che guarda al bene di Bagheria. Sarò oppositore duro quando non condividerò le scelte dell’amministrazione. Voterò favorevolmente i progetti che riterrò utili al bene del mio paese».



Condividi su Facebook



Letto : 3963 | Torna indietro
 
On LIne
Il Settimanale di Bagheria da leggere on line

Il mensile di Villabate da leggere on line

Il mensile di Villabate da leggere on line
Bagheria Casa
Bagheria Casa - Settimanale di annunci economici ed immobiliari



Il Ricettario bagherese

Le farmacie di turno a Bagheria

I Benzinai di turno a Bagheria

Informazioni turistiche Madonie Coupon Sposi Sicilia
Eventi
<
Settembre
>
L M M G V S D
-- -- 01 02 03 04 05
06 07 08 09 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 -- -- --

Questa settimana
 
 Copyright © 2007 Pubblimanna - powered by RGMediaWeb 
Contattami
Realizzato con ASP-Nuke 2.0.7
Questa pagina è stata eseguita in 0,046875secondi.
Versione stampabile Versione stampabile