Logo

Per comunicare con noi. Cell. 330965834 e-mail: bagheriainfo@libero.it
  Notizie     
 
Link Utili
Vivi la città
Farmacie di turno
Turni festivi benzinai
Treni da/per Bagheria
Orario Bus Urbani
Sale cinematografiche
Numeri Utili
Annunci Immobliari
Annunci Privati
Cerco Lavoro
Offro Lavoro
Previsioni del Tempo
Ingresso Ville
Trattorie
Agenzie di Viaggio
Alberghi
Archivio Settimanale
 
Banche: le nuove regole su contanti, assegni e libretti
Inserito il 05 maggio 2008 alle 17:52:00 da Redazione. IT - Attualità

Banche: le nuove regole su contanti ed assegni

di Viviana Lamesta

Sono scattate da pochi giorni le nuove regole antiriciclaggio per l'uso di assegni, libretti al portatore e contanti. Le norme intendono scoraggiare l’uso del contante, ma al contempo, per i clienti, arrivano nuovi limiti per gli assegni trasferibili, strette sulle pratiche di intestazione “a me medesimo” e sanzioni per le inadempienze.


Le motivazioni delle nuove norme, spiega l’ABI (associazione bancaria italiana) sono di legalità e di riduzione dei costi, ricordando che un recente studio, commissionato dall'associazione, aveva quantificato in 10 miliardi l'anno i costi per il settore privato, legati all'uso del contante e che l'Italia, rispetto alla media Ue, usa di più il contante, 90% contro il 70%, e ha più economia in nero, 26% contro 18%. Con le nuove regole, ci si aspetta, in pratica,  che il numero di assegni usati liberamente (che rappresenta il mezzo di pagamento su cui ci sono i maggiori problemi di truffe) si riducano e che il sistema delle carte di credito sia più usato. Ma a vantaggio di chi?! Certamente non del cittadino che in tal modo sarà costretto a preferire conti correnti e carte di credito rispetto ai libretti al risparmio (per le restrizioni legate agli importi da versare). Ci sono poi le imposte di bollo da pagare in caso di utilizzo di assegni trasferibili. Presso le banche potrete richiedere gratuitamente l’opuscolo “Assegni cambia tutto”. Ma vediamo quali sono le più importanti regole da ricordare:

NUOVI LIMITI PER TRASFERIMENTO DI CONTANTE A 5 MILA EURO: gli assegni bancari, circolari o postali con un importo pari o superiore a 5.000 euro dovranno riportare la clausola "non trasferibile. Si abbassa, pertanto, a 5 mila euro, dagli attuali 12.500, la soglia per i pagamenti in contanti o assimilati al contante, come appunto gli assegni trasferibili. Regole analoghe agli assegni valgono per i libretti bancari e postali al portatore, che saranno in genere non trasferibili e avranno ugualmente il limite di 5 mila euro se ne verrà richiesta l'emissione senza clausola di non trasferibilità.

ASSEGNI TRASFERIBILI PIU' CARI : chi vuole continuare ad utilizzare assegni in forma libera, per importi inferiori a 5 mila euro, puo' farlo con una richiesta scritta alla propria banca e per ciascun assegno rilasciato o emesso in forma libera senza la dicitura "non trasferibile" e' previsto dalla legge il pagamento di un'imposta di bollo di 1,50 euro che la banca versera' allo Stato.

STOP AL “ME MEDESIMO”: gli assegni intestati a "me medesimo" possono essere girati per l'incasso soltanto presso uno sportello bancario o postale, vengono considerati "non trasferibili" e possono essere incassati unicamente dall'emittente che non puo' girarli ad altri.

PER LA GIRATA SERVE IL CODICE FISCALE: per chi vuole restare fedele all'assegno trasferibile, c'è anche l'introduzione dell'obbligo di indicare, pena la nullità della girata, anche il codice fiscale del girante accanto alla firma (nel caso di girata di una società, il codice fiscale della ditta). La banca potrà pagare l'assegno solo se tutte le girate avranno anche i relativi codici fiscali, viceversa l'assegno è incassabile solo dall'ultimo girante che ha indicato correttamente anche il codice fiscale.

LIBRETTI AL PORTATORE: il saldo dei libretti di deposito al portatore non potra' essere pari o superiore alla somma di 5.000 euro. Per quelli in essere e' prevista l'estinzione o la riduzione alla soglia stabilita dalla legge entro il 30 giugno 2009.

VECCHI CARNET: i "vecchi" carnet di assegni, emessi prima dell'entrata in vigore delle nuove misure, potranno essere usati fino al loro esaurimento e per importi pari o superiori a 5 mila euro e' necessario "validarli" inserendo la clausola di "non trasferibilita'";

ATTENZIONE ALLE MULTE: sono previste multe dall'1% a 40% dell'importo trasferito per chi usa in modo scorretto assegni, libretti e contanti. Le banche segnaleranno le inadempienze al dipartimento del Tesoro incaricato dell'antiriciclaggio che provvederà entro massimi 90 giorni irrorare la relativa sanzione amministrativa.

 

 



Condividi su Facebook


Letto : 6460 | Torna indietro
 
On LIne
Il Settimanale di Bagheria da leggere on line

Il mensile di Villabate da leggere on line

Il mensile di Villabate da leggere on line
Bagheria Casa
Bagheria Casa - Settimanale di annunci economici ed immobiliari



Il Ricettario bagherese

Le farmacie di turno a Bagheria

I Benzinai di turno a Bagheria

Informazioni turistiche Madonie Coupon Sposi Sicilia
Eventi
<
Giugno
>
L M M G V S D
-- 01 02 03 04 05 06
07 08 09 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 -- -- -- --

Questa settimana
 
 Copyright © 2007 Pubblimanna - powered by RGMediaWeb 
Contattami
Realizzato con ASP-Nuke 2.0.7
Questa pagina è stata eseguita in 2,96875secondi.
Versione stampabile Versione stampabile