Rubrica

di

La politica siciliana, bagherese e gattopardiana

Faccio queste considerazioni guardando cosa succede a Barcellona in Spagna. Come si ottengono i  diritti? In Catalogna hanno dimostrato coi fatti che starebbero molto meglio senza il governo centrale. Vogliono la democrazia, sono uniti e vivono molto meglio che a Madrid. L’ho constatato nel 1982 avendo avuto modo di andarci, e continueranno a lottare democraticamente finché non otterranno l’indipendenza. Viceversa, il

di

La marchesa di Acquachiara

. A quel tempo ero preso dalla passione per il restauro, ma disponendo di pochi mezzi, frequentavo il mercatino delle pulci, al Papireto. Alla fine degli anni Cinquanta e parte degli anni Sessanta vi si trovavano oggetti interessanti e a prezzi modici.  Cercavo in particolare vecchie tele e vecchie cornici, di solito scartate dai compratori perché necessitavano di un elaborato e costoso restauro. Ciò

di

Agricoltura sociale: Un'opportunità per il futuro guardando al passato

. Dopo tre articoli dell’agronomo Angelo Puleo sull’Agricoltura sociale ecco il contributo di un giovane lettore bagherese. Forse è il segno che la tematica lanciata dal nostro esperto collaboratore suscita interesse. Auguriamoci che induca molti altri, come auspica pure l’estensore dell’articolo, a mettersi in gioco e a guardare con ottimismo ad una opportunità di lavoro. Ricordiamo sempre a

di

I cappidduzzi sono fuori moda, oggi abbiamo le redivive coppole

Intendo segnalare a chi di competenza con tutta la efficienza che trasuda se non vi sembra un po’ tardi, di pulire almeno i tombini, onde evitare che le prime piogge passano allagare Bagheria per come puntualmente succede. Lasciamo perdere i marciapiedi del salotto bagherese, ovvero Corso Umberto I, Corso Butera e “u rittifilu” Corso Baldassare Scaduto. Un grazie lo devo a tutti

di

Buon tempu e malu tempu un rura sempri un tempu

Ho avuto modo di ascoltare il prof Becchi, ideologo del Movimento 5 Stelle, sdegnato dal modo di gestire dall’alto, questo movimento, definendolo la “Casaleggio associati”. Se hanno fatto stancare l’ideologico, figuriamoci dove andranno a finire, a forse in quel “…quel paese”, come ha decantato Grillo, “chi di ano ferisce, di ano perisce”. Per me è un movimento destinato a  scomparire. Se noi analizziamo

di

"Ciauru ri astrattu" nel racconto di Arcangela Saverino

. Sulla rete abbiamo letto questo bellissimo post di Arcangela Saverino che abbiamo voluto pubblicare sul sito del Settimanale di Bagheria. Ci sono ricordi dell’infanzia che accompagnano la nostra vita e restano lì, in attesa di riaffiorare e raccontare l’identità del nostro popolo e le radici dalle quali proveniamo, troppo spesso dimenticate. A volte i ricordi

di

La cucina secondo Domenico Pipitone

. Naviga nei sapori e nei colori ed è innamorato della sua terra: Domenico Pipitone, giovane chef siciliano, non ha esitato tanti anni fa, seppure a malincuore, a lasciare la Sicilia per perfezionarsi nell’arte della cucina, una passione che l’ha sempre  accompagnato sin dalla tenera età, nell’osteria della nonna materna a Milazzo. Una valigia piena del calore del sole, l’azzurro del

di

La raccolta differenziata ...resta una sconosciuta!

È di qualche giorno fa la notizia che, stando ai dati registrati dalla regione siciliana, la raccolta differenziata avrebbe raggiunto la rispettabile cifra del 20%. Forse è il risultato che l’Assessorato al ramo aveva auspicato qualche tempo fa, quando furono scoperti gli altarini, che gran parte della responsabilità dell’inefficienza diffusa, è del Governo regionale. Da più parti ci sono state smentite