Logo

Per comunicare con noi. Cell. 330965834 e-mail: bagheriainfo@libero.it
  Notizie     
 
Link Utili
Vivi la città
Farmacie di turno
Turni festivi benzinai
Treni da/per Bagheria
Orario Bus Urbani
Sale cinematografiche
Numeri Utili
Annunci Immobliari
Annunci Privati
Cerco Lavoro
Offro Lavoro
Previsioni del Tempo
Ingresso Ville
Trattorie
Agenzie di Viaggio
Alberghi
Archivio Settimanale
 
La storia di Giuseppe De Angelis
Inserito il 28 novembre 2015 alle 16:06:00 da Redazione. IT - Prima Pagina

Piu' forte delle avversita', torna a volare
La storia di Giuseppe De Angelis, campione bagherese ritrovato
Riceviamo e pubblichiamo la vicenda di Giuseppe De Angelis, un infermiere-atleta che, in seguito a un drammatico incidente, arriva in fin di vita. Grazie alla capabieta', alla forza d'animo, alla fede riesce a vincere lo sconforto e a tornare come prima, piu' forte di prima. Era il 12 agosto del 2012, una giornata normale per il 45enne bagherese Giuseppe De Angelis dedito da sempre al footing. Correre era un modo di tenersi in forma, di distrarsi dai suoi impegni lavorativi all'ospedale Buccheri La Ferla dove svolge il ruolo di infermiere anestesista, insomma un uomo come altri ma con una sorte riservata a pochi.

Ecco che un incidente proprio sulla strada dove Giuseppe corre trancia di netto l'esistenza pacifica e quotidiana del corridore. Viene travolto mentre corre. L'urto con il veicolo gli procura diversi traumi alla testa ma sopratutto alla gamba di cui si ipotizza il rischio di un'amputazione. La cosa piu' grave e' che Giuseppe non si sveglia, l'incidente lo tiene in stato di coma. La moglie e le sue due figlie visitano giornalmente l'ospedale nel caso avvenga un piccolo miracolo. E' il miracolo accade...

Giuseppe si sveglia. Il suo primo gesto e' quello di controllarsi la mano e li che trova stretta la collana di suo cugino ormai scomparso a cui era molto affezionato. La sua gamba si e' salvata, ma Giuseppe cade comunque in un grande sconforto, nelle sue attuali condizioni non potra' piu' volare come faceva prima. In questo periodo Giuseppe si convince di una cosa, che la fede in Dio sia la nostra unica salvezza, egli e' certo di aver visto una visione nello stato di coma raffigurante il paradiso, quando torna a camminare si impegna affinche' quello che lui ha imparato non vada sprecato. Lui deve tornare a volare!

Sono anni duri, riprendere i ritmi dell'allenato corridore dopo quel famoso incidente sembra impossibile, la paura di scendere di nuovo in strada e gli arti che non sono piu' come prima rendono difficile un ritorno alle corse. Ma Giuseppe non si arrende e dopo tre anni vince l'incontro piu' grande con la sua vita. Partecipa alla 21esima Maratona del 15 novembre 2015 di Palermo e fa un ottimo tempo. Risultato impensabile per un uomo che stava per perdere una gamba. Giuseppe commosso per il risultato e incredulo, chiede grazie a coloro che lo hanno sostenuto sempre in ogni momento: i genitori e la sorella, la moglie e le figlie. E naturalmente ringrazia sempre Dio per avergli concesso un altra occasione per volare...

Luigi Trapani



Condividi su Facebook


Letto : 1959 | Torna indietro
 
On LIne
Il Settimanale di Bagheria da leggere on line

Il mensile di Villabate da leggere on line

Il mensile di Villabate da leggere on line
Bagheria Casa
Bagheria Casa - Settimanale di annunci economici ed immobiliari



Il Ricettario bagherese

Le farmacie di turno a Bagheria

I Benzinai di turno a Bagheria

Informazioni turistiche Madonie Coupon Sposi Sicilia
Eventi
<
Agosto
>
L M M G V S D
-- -- -- -- -- 01 02
03 04 05 06 07 08 09
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31 -- -- -- -- -- --

Questa settimana
 
 Copyright © 2007 Pubblimanna - powered by RGMediaWeb 
Contattami
Realizzato con ASP-Nuke 2.0.7
Questa pagina è stata eseguita in 0,046875secondi.
Versione stampabile Versione stampabile