Logo

Per comunicare con noi. Cell. 330965834 e-mail: bagheriainfo@libero.it
  Notizie     
 
Link Utili
Vivi la città
Farmacie di turno
Turni festivi benzinai
Treni da/per Bagheria
Orario Bus Urbani
Sale cinematografiche
Numeri Utili
Annunci Immobliari
Annunci Privati
Cerco Lavoro
Offro Lavoro
Previsioni del Tempo
Ingresso Ville
Trattorie
Agenzie di Viaggio
Alberghi
Archivio Settimanale
 
Le riflessioni di uno sprovveduto
Inserito il 07 novembre 2015 alle 19:52:00 da Redazione. IT - Prima Pagina

Le riflessioni di uno sprovveduto
Ultimi eclatanti episodi di pizzo, mafia, pentiti e imprenditori in azione
BAGHERIA, GLI IMPRENDITORI, LE MAFIE PARTITOCRATICHE E IL PIZZO! E LE VESSAZIONI DI STATO!.
A Bagheria, prima dell'avvento del Movimento Cinque Stelle, tutti i lavoratori bagheresi sono stati vessati col "pizzo" di Stato: infatti tutti i cittadini pagano le aliquote massime dell'irpef comunale per il dissesto economico in cui e' caduta la citta' grazie alle partitocratiche amministrazioni. Per non parlare della tassa sui rifiuti solidi urbani aumentata negli anni di oltre il 100%. E DELLE ALTRE TASSE ORCHESTRATE DAL GOVERNO MONTI DA NESSUNO ELETTO! Da alcuni anni in citta' governa il Movimento Cinque Stelle. E ora il sindaco Patrizio Cinque vuole ridurre del 10% la tassa sull'immondizia. L'economia e' in crisi. I pentiti delle varie mafie collaborano con la Giustizia. I commercianti si ribellano. Seguono decine di arresti. Viva!

Ma come mai non viene arrestato nessuno per il dissesto visto che lo Stato, questo Stato, consente discriminazioni da citta' a citta' nella trattenuta delle tasse? E' forse cio' costituzionale? Quanto queste ultime persone arrestate sono diverse da quelle che hanno provocato il dissesto economico della citta'? Ad ogni cittadino bagherese il dissesto economico della citta' costa centinaia di euro in piu' all'anno! Come frenare e arginare questo "pizzo" di Stato? Ci siamo ribellati col voto. Continueremo a farlo!
SIA RIVOLTA CONTINUA!!!

PROPAGANDA BEN ORCHESTRATA
Una serie di arresti a Bagheria? Anche Radio Radicale, con Massimo Bordin, cade nella trappola mediatica: e' la storia ripetuta di persone gia' arrestate, in quanto i nuovi arresti pare siano solo poche unita'. La novita'? E' nei commercianti che si ribellano e, dopo aver a lungo pagato, ora finalmente parlano e collaborano! Ma non si sottovaluti un fatto: parlano anche tanti pentiti. A chi ormai converrebbe tacere al cospetto della Giustizia! Ma quante volte un cittadino deve pagare in questo Paese?

QUANTE LOTTE ALLE MAFIE! DECENNI DI LOTTE.
COME MAI SOLO QUELLE FOTO?
NON RIESCO A CAPIRE!
 Su "La Repubblica" di martedi' 3 novembre 2015, pagine palermitane, si leggono notizie inquietanti relative alle estorsioni subite da oltre 20 anni da decine e decine di imprenditori bagheresi; si riportano dichiarazioni dell'imprenditore Mimmo Toia, ora non e' piu', con accuse nei confronti di qualche ex sindaco che ospitava quotidianamente al Comune qualche noto esponente di Cosa Nostra; ebbene, ricordo male o no: quel Consiglio Comunale non venne sciolto per presunte infiltrazioni mafiose? Chi ha mai pagato per reati mafiosi?

Quale politico bagherese e' stato mai processato e incarcerato per reati legati alla mafia?
E che dire delle varie gestioni del Comune da parte dei commissari? E dello scioglimento della successiva Giunta del sindaco Valentino?
Desidererei sapere -mi si aiuti, di grazia!- nel corso delle varie gestioni dei commissari chi si aggiudicava gli appalti in citta'?

Se molti imprenditori rivelano di pagare il pizzo da un quarto di secolo, occorre dire che qualcosa non quadra.
Si elogino i coraggiosi che sanno andare dai Carabinieri per denunciare vessazioni ed estorsioni.
Le imprese devono essere "pulite", libere: e non c'e' liberta' se si e' condizionati sia nell'assumere persone da altri imposte sia se si e' costretti a pagare "tasse mafiose": di fatto l'imprenditore non e' piu' padrone della sua impresa. Cosa orrenda!

Ma come mai tutto cio' si e' permesso per un quarto di secolo?
E come mai le Mafie da sempre, o da giacche' io sono nato, hanno regnato in Sicilia?
Quante altre persone, anche delle varie nostre istituzioni, dovrebbero fare compagnia nelle patrie galere a quelle persone le cui foto, non belle foto, vengono pubblicate in serie dai quotidiani di Zona Nostra e d'altri?
E come deve essere rinnovata l'Antimafia?
 Di grazia, aiutatemi a capire: si chiede aiuto e chiarimento, nel segreto, anche a chi sa offrire chiarimenti o servizi piu' che segreti! Per secretarli nei secoli dei secoli.

Giuseppe Di Salvo
tratto dal "Settimanale di Bagheria" (n.ro 662)



Condividi su Facebook


Letto : 2010 | Torna indietro
 
On LIne
Il Settimanale di Bagheria da leggere on line

Il mensile di Villabate da leggere on line

Il mensile di Villabate da leggere on line
Bagheria Casa
Bagheria Casa - Settimanale di annunci economici ed immobiliari



Il Ricettario bagherese

Le farmacie di turno a Bagheria

I Benzinai di turno a Bagheria

Informazioni turistiche Madonie Coupon Sposi Sicilia
Eventi
<
Ottobre
>
L M M G V S D
-- -- -- 01 02 03 04
05 06 07 08 09 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31 --

Questa settimana
 
 Copyright © 2007 Pubblimanna - powered by RGMediaWeb 
Contattami
Realizzato con ASP-Nuke 2.0.7
Questa pagina è stata eseguita in 0,5703125secondi.
Versione stampabile Versione stampabile