Logo

Per comunicare con noi. Cell. 330965834 e-mail: bagheriainfo@libero.it
  Notizie     
 
Link Utili
Vivi la città
Farmacie di turno
Turni festivi benzinai
Treni da/per Bagheria
Orario Bus Urbani
Sale cinematografiche
Numeri Utili
Annunci Immobliari
Annunci Privati
Cerco Lavoro
Offro Lavoro
Previsioni del Tempo
Ingresso Ville
Trattorie
Agenzie di Viaggio
Alberghi
Archivio Settimanale
 
A tu x tu con Gabriella Giammanco
Inserito il 23 novembre 2010 alle 19:23:00 da Redazione. IT - Prima Pagina

A tu x tu con Gabriella Giammanco... una giornalista votata alla politica
Io candidata a sindaco? Per il momento preferisco rimanere una parlamentare
Garbo, gentilezza, femminilita' sono alcune delle qualita' che contraddistinguono Gabriella Giammanco, pardon, l'onorevole Giammanco. Insieme a queste qualita' che fanno di lei una donna affabile e amabile, c'e' tuttavia anche la ferma volonta' di difendere la sfera del privato. Pertanto non domandatele, per favore, particolari su vicende e situazioni che comunque tutti sanno o hanno letto, quali i famosi pizzini affettuosi di Berlusconi, o se l'altro giorno sia andata ad Amburgo a partecipare all'inaugurazione di una nave da crociera insieme ad Augusto Minzolini, direttore del Tg1, al quale sembra sia legata da affettuosa amicizia. Vi chiedera' di cambiare discorso.

Vi neghera' perfino la data di nascita, quel 13 giugno di 33 anni fa, che chiunque e' in grado di appurare solo che si connetta ad Internet. E dire che se ce lo avesse partecipato durante l'intervista ci saremmo profusi in complimenti per quel suo visino da bambina lontano un miglio dal rivelare l'eta' anagrafica.
Consigliandovi pertanto di apprendere certe notizie da Novella 2000 o dal web, passiamo ad altro. A proposito di web, non possiamo fare a meno pero' di dirvi che la bella nostra concittadina nel settembre 2008, quattro mesi dopo essere diventata deputata al Parlamento nazionale nelle file del Partito delle Liberta', e' stata eletta Miss Parlamento dopo una laboriosa selezione che vide coinvolte 64 belle parlamentari. In quell'occasione Gabriella sconfisse bellezze del calibro di Daniela Melchiorre, ovvero la parlamentare piu' sex d'Italia, e addirittura la ministra Mara Carfagna. Scusate se e' poco.
Prima di passare all'intervista, qualche dato su Gabriella Giammanco.
E' stata eletta a Montecitorio il 29 aprile del 2008 dopo essere stata inserita nelle liste siciliane di Berlusconi direttamente da Angelino Alfano, in quel tempo coordinatore regionale del PDL. Si e' laureata, col massimo dei voti e la lode, in Scienze della comunicazione, e' giornalista professionista, attualmente in "aspettativa" al TG4.
Ha frequentato la scuola media Giosue' Carducci in Via Diego D'Amico (Francesco Ficano, insegnante di matematica, era il suo professore preferito, "un mito") e il Liceo scientifico in Via Citta' di Palermo.Dopo la laurea ha fatto gavetta nelle TV palermitane con programmi come "Opinion Leader" e successivamente, lavorando alla Rai, nella produzione di "Italia dei ". Quindi approda al TG4 di Emilio Fede fino alla nomina a deputato.

Chi e' l'on. Giammanco?
"Sono una giornalista professionista, iscritta all'ordine dei Giornalisti di Sicilia. Dopo la laurea ho fatto per 18 mesi il praticantato di giornalismo all'Ansa, all'Ufficio Stampa del Comune di Palermo, per il giornale cartaceo dell'universita' degli studi di Palermo. Ho affrontato quindi l'esame per l'abilitazione professionale a Roma e sono diventata giornalista professionista collaborando con Rai 2 e Sky Sport. Nel 2004 alla Rai ho fatto una trasmissione, "l'Italia dei porti", un programma itinerante che conducevo e di cui scrivevo i testi. Nel 2005 e' arrivato il contratto con Mediaset e sono diventata redattrice ordinaria della testata giornalistica del Tg4".

Ci dica della sua entrata in politica e dell'elezione al Parlamento
"Devo dire che mi ci sono trovata in mezzo, senza aver cercato questa opportunita' importante, lavorando a Roma per il telegiornale. E' chiaro che ho avuto anche la possibilita' di avere dei contatti professionali con il mondo della politica, in quanto andavo spesso a Montecitorio ad intervistare i politici e in piu' occasioni ho avuto la possibilita' di incontrare dirigenti politici appunto, non solo nazionali ma anche siciliani, molti di Forza Italia. Essendo una berlusconiana doc, come tutta la mia famiglia del resto, mi si e' presentata una ipotesi di candidatura proposta da Angelino Alfano che all'epoca era il coordinatore regionale della Sicilia per il PDL. Mi e' sembrata una buona opportunita', non solo per l'aspetto professionale, ma anche per una esperienza finalizzata alla mia crescita personale. Considerato che facendo la giornalista seguivo spesso "in diretta" la politica, una volta eletta mi sono ritrovata dall'altra parte della barricata. E mentre prima non riuscivo a capacitarmi come mai a Montecitorio i politici tentassero di sfuggire alle mie interviste, in seguito capii il loro atteggiamento. Considera comunque che ti si apre un mondo che ti permette di capire tante cose".

Al Parlamento nazionale lei, giovane donna, occupa un ruolo che nel passato e' stato svolto da personalita' bagheresi quali Giuseppe Bagnera, Peppino Speciale, Andrea Zangara, Cesare Piacentini. Quali sensazioni prova con in mano un testimone ereditato da cosi' illustri personaggi che appartengono alla storia della citta'?
"Sicuramente mi inchino all'esperienza di chi prima di me, con piu' anni e piu' saggezza, ha affrontato questo ruolo, pero' il fatto di essere giovane, e donna, non deve apparire uno svantaggio, anzi potrebbe essere un valore aggiunto perche' si ha una sensibilita' diversa. Si e' vissuti in contesti differenti quindi si affrontano determinate problematiche con piu' genuinita'. Poi il fatto di essere alla mia prima esperienza mi fa lavorare mettendo sempre da parte quelle che sono le mie aspirazioni personali e, visto che mi sento cosi responsabilizzata e carica di questo impegno, cerco di lavorare sempre al meglio e dimostrare che sto facendo tutto quello che posso. Quindi da questo punto di vista, credo che introdurre giovani all'interno del mondo della politica possa essere uno sprone affinche' questi giovani si carichino e diano il meglio di se' stessi per dimostrare di valere.
Aggiungo che la politica non deve necessariamente essere fatta da persone adulte; si', e' necessaria l'esperienza, ma oggi forse la gente apprezza di piu' quella freschezza e genuinita' che forse si sono perse nei politici cosiddetti di lungo corso. Vede, noi giovani non smettiamo mai di sognare, e questo ci aiuta a lottare con tanta energia, anche alla Camera dei deputati".

Ci risulta che lei e' tra i deputati piu' presenti ed attivi del Parlamento
"Supero sicuramente il 90% delle presenze in aula e mi colloco in una buona posizione anche per quanto riguarda l'attivita' parlamentare. Devo dire che presento delle interrogazioni al Governo anche se faccio parte della maggioranza e presento pure tanti ordini del giorno. Credo dunque di non essere una che "fa fare tutto a loro" e cerco, quando e' il caso, di intervenire

Come giudica l'attuale momento politico e sociale di Bagheria?
"Sicuramente e' un momento di disorientamento per la gente. So che anche perche' nelle prossime elezioni comunali c'e' il rischio di avere troppi candidati con tante liste civiche. Sarebbe bene che la gente potesse avere dei punti di riferimento piu' certi e che magari fossero ricondotti ai partiti nazionali. Questo non toglie che chi si candida nelle liste civiche non possa fare bene il suo mestiere; io mi auguro che nelle prossime elezioni comunali la gente sia messa in condizioni di conoscere bene e da vicino i candidati e scegliere serenamente quello proprio da votare. Naturalmente Bagheria e' una citta' a tutti gli effetti e sara', non solo un onere, ma un onore per il futuro sindaco amministrare la nostra citta'.
Quindi credo che bisognera' affidarla a una persona seria e capace che metta da parte ogni sorta di personalismo e porti avanti davvero il benessere, l'interesse collettivo".

C'e' una remota possibilita' che un domani Lei possa essere la prima donna sindaco di Bagheria?
"Tutto e' possibile nella vita, nel senso che poi alla fine non mi precludo mai nulla.
Tutto quello che ho fatto sono riuscita a farlo con grande forza di volonta' e con grande senso del dovere. Quindi se dovesse essere cerchero' anche in questo caso di portare avanti il mio compito nel miglior modo possibile. Pero', al momento, nonostante le molte voci che circolano sulla mia possibile candidatura, posso dire di non essermi proposta di candidarmi a sindaco. Tutto sommato, preferisco continuare a fare il mio mestiere di parlamentare nel migliori dei modi".
Ma qualcuno si e' fatto avanti per chiederle di candidarsi a sindaco?
"Per la verita', qualcuno me lo ha proposto. La cosa mi ha lusingato, mi ha fatto molto piacere. Significa che la gente apprezza il mio lavoro e soprattutto quello che faccio".

Che cosa della sua recente attivita' le ha dato piu' soddisfazione?
"Mi gratifica enormemente avere introdotto l'articolo 189 del Codice della strada, che prima non esisteva, relativo all'obbligo di soccorso agli animali coinvolti in incidenti stradali. Adesso chi non chiama l'asl competente sul territorio rischia una sanzione che puo' arrivare fino a 1500 euro. Inoltre ho proposto la legge per la dismissione graduale degli animali nei circhi e ho chiesto che le amministrazioni comunali emanino un'ordinanza che vieti l'attendamento dei circhi che utilizzino gli animali. Molti comuni l'hanno gia' adottata".

Quale incombenza istituzionale la soddisfa di piu'?
"Tutto il lavoro che svolgo mi appaga. Sono componente delle commissioni parlamentari Lavoro e Cultura. Fra le mie funzioni c'e' quella di vice presidente della Fondazione Italia-USA che intende svolgere un ruolo pubblico con carattere apartitico al di qua e al di la' dell'Atlantico".

Ce ne parli
"Questa Fondazione nasce per testimoniare l'amicizia tra gli italiani e il popolo americano. Da tempo Italia e Stati Uniti si scambiano cultura, beni materiali, influenze e tradizioni, si' da poter affermare che, senza l'apporto dell'uno, l'altro sarebbe diverso da com'e', e viceversa. Oggi, per il fatto stesso che Stati Uniti e Italia sono legate da ottime relazioni, e' piu' che mai utile questa istituzione che veicola, migliora e approfondisce in Italia la cultura americana nelle sue mille sfaccettature".

Termina qui l'intervista all'onorevole Gabriella Giammanco, donna dolce e volitiva, il cui nome e' gia' incluso nella schiera degli ottimi bagheresi che danno lustro alla citta'.

Michele Manna
Giuseppe Fumia



Condividi su Facebook


Letto : 5613 | Torna indietro
 
On LIne
Il Settimanale di Bagheria da leggere on line

Il mensile di Villabate da leggere on line

Il mensile di Villabate da leggere on line
Bagheria Casa
Bagheria Casa - Settimanale di annunci economici ed immobiliari



Il Ricettario bagherese

Le farmacie di turno a Bagheria

I Benzinai di turno a Bagheria

Informazioni turistiche Madonie Coupon Sposi Sicilia
Eventi
<
Dicembre
>
L M M G V S D
-- -- -- -- -- 01 02
03 04 05 06 07 08 09
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31 -- -- -- -- -- --

Questa settimana
 
 Copyright © 2007 Pubblimanna - powered by RGMediaWeb 
Contattami
Realizzato con ASP-Nuke 2.0.7
Questa pagina è stata eseguita in 0,0625secondi.
Versione stampabile Versione stampabile